AltamuraToday

Vendevano 'lenticchie di Altamura Igp', ma non possedevano le certificazioni: denunciati due imprenditori agricoli

Si tratta di due altamurani, scoperti dai carabinieri nucleo Forestale a commercializzare i prodotti che sfruttavano - senza averne la licenza - il marchio di 'Indicazione geografica protetta'

Commerciavano un prodotto che definivano 'Lenticchia di Altamura', ma non erano iscritti al consorzio “Lenticchia di Altamura IGP” e non possedevano le certificazioni a norma di legge. Sono stati così denunciati per frode nell’esercizio del commercio di prodotti alimentari due imprenditori, proprietari di aziende agricole altamurane.

I Carabinieri del nucleo Forestale, diretti dal capitano Giuliano Palomba, avevano attenzionato i prodotti delle due aziende, poiché non erano state certificate dall'istituito “Consorzio di tutela e valorizzazione” riconosciuto dal Mipaaf. Sull'etichetta era infatti riportata la denominazione 'Lenticchia di Altamura', ma non era in linea con le linee guida imposte dall'Unione Europea per la commercializzazione di prodotto Igp.

"L’uso di una denominazione similare a quella registrata dal marchio IGP - spiegano i militari - consente di sfruttare, ai fini commerciali, la reputazione della denominazione ingannando di fatto il consumatore e danneggiando il consorzio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

  • Covid a Bari, positivi sopra quota 3100: più di 4200 i cittadini in isolamento domiciliare

Torna su
BariToday è in caricamento