Altamura

"Alla ricerca di una maggioranza alternativa", le speranze di Mario Stacca

Il Primo cittadino parla all'indomani dell'ultimo Consiglio Comunale; dopo aver trattato l'argomento "cava Pontrelli" si è discusso sullo sfaldamento della maggioranza. "Quindici giorni"

“Non ho grandi velleità, se ci sarà una nuova maggioranza alternativa è bene, altrimenti continuerò ad esercitare la mia professione. La mia vita non cambia”. Questo è il resoconto di Mario Stacca all’indomani di un Consiglio Comunale in cui si è trovato di fronte ad una realtà insindacabile: l’assenza di una maggioranza a suo sostegno.

Cinque giorni fa il Primo cittadino non sembrava molto turbato nonostante la pesante notizia delle dimissioni di ben tre assessori di Rinnovamento Altamura e Unione di Centro.  Ammettendo le “difficoltà oggettive” all’interno della sua coalizione di governo a causa dei forti dissidi in seno al Pdl, si è detto sereno e fiducioso nella costruzione di una nuova maggioranza.

Ma oggi il suo tono e le sue parole lasciano già spazio a una certa rassegnazione, infatti ci ha detto: “per quanto riguarda la questione della cava abbiamo disposto la nomina di una Commissione che vigili e proceda correttamente all’esproprio”e-aggiunge- poi abbiamo discusso sulla questione puramente politica e mi sono dato quindici giorni”.  Proprio così. Mario Stacca ha affermato durante il Consiglio di ieri pomeriggio che se entro quindici giorni non ci saranno i numeri per poter continuare ad amministrare Altamura e quindi se non ci sarà una maggioranza alternativa a quella appena sfaldatasi, lascia Palazzo di Città.

“Loizzo e il Pdl chiaramente sono fuori” dice; Unione di Centro e Rinnovamento Altamura anche, a testimonianza il protocollo delle dimissioni di Saponaro, Genco, e Centonze firmato proprio dai segretari responsabili  dei due movimenti politici.  “Certo le vie della Provvidenza sono infinite, ma mi rendo conto che potrei anche lasciare”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Alla ricerca di una maggioranza alternativa", le speranze di Mario Stacca

BariToday è in caricamento