Domenica, 1 Agosto 2021
Altamura Via San Giovanni Bosco

"Federicus", iniziano i festeggiamenti. Saponaro: "E' un'opportunità per tutti"

Cantastorie, sbandieratori, giullari, arcieri, falconieri, artigiani e mercanti riportano Altamura alla corte dell'Imperatore davanto agli sguardi incantati di grandi e piccoli. L'assessore: "Ora tocca a noi"

“Un ringraziamento particolare va sicuramente al team di Fortis Murgia e a tutte le associazioni che hanno fatto rete per l’organizzazione e la buona riuscita dell’evento”. Così Giovanni Saponaro, assessore alla Cultura e Turismo, commenta soddisfatto il primo della tre giorni altamurana “Federicus” iniziata oggi con il “Palio San Marco” tra lo stupore di tutti i visitatori e gli sguardi incantati dei bambini.

L’associazione Fortis Murgia ha riproposto quest’anno, per la seconda volta, la performance a tema medievale, allestendo i viottoli e le piazze del centro storico con bandiere e stendardi, nello sforzo di compiere un salto indietro di 800 anni e riportare Altamura al tempo dell’imperatore Federico II di Svevia. La “vision”, come descrive l’assessore, è quella di trasformare la manifestazione in un appuntamento di portata regionale e, perché no, nazionale per poter offrire “alla nostra città” un’importanza non solo culturale ma anche economica. “Mi ha molto colpito- dice- la cura di ogni dettaglio e quindi il lavoro della macchina organizzativa che si è attivata per regalarci lo spettacolo”. Uno spettacolo al di qua delle mura, concentrato esclusivamente nei claustri del centro antico e che quindi non coinvolge altre zone della città. “Non dobbiamo limitarci a vedere il luogo del teatro-osserva Saponaro- ma l’afflusso dall’esterno che si registra in questi giorni; bisogna poi essere abili nel formulare una proposta commerciale e saperla diffondere con promozioni e altri strumenti cosicchè anche le attività commerciali più periferiche riescano a farsi raggiungere”. “Limitare lo spazio e condensare gli eventi – aggiunge- è un’esigenza organizzativa, un po’ come accade per l’evento della Notte Bianca, altrimenti la manifestazione diventerebbe troppo dispersiva rischiando un calo dell’attenzione dei partecipanti”. Il resoconto dell’assessore è positivo per questa prima giornata e prevede il “boom” di partecipazione per le giornate del 27 e 28 aprile, previsione confermata anche dagli agenti della Municipale. “Un afflusso notevole-ha confermato un agente- ma nel fine settimana si aggiungeranno numerosi gruppi di visitatori dai comuni limitrofi”. Qui, ad attenderli, ci sono cantastorie, sbandieratori,  giullari, arcieri, falconieri, artigiani e mercanti  al mercato  medievale, e fanciulle in guarnello.

FEDERICUS: IL PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Federicus", iniziano i festeggiamenti. Saponaro: "E' un'opportunità per tutti"

BariToday è in caricamento