Altamura Via Filo Bisanzio

Criminalità, la Giovane Italia: "Amiamo Altamura e non tolleriamo più tale scempio"

I giovani pidiellini denunciano la frequenza delle scorrerie vandaliche nel centro della cittadina federiciana. La causa: l'assenza della politica. La richiesta: "L'amministrazione si desti"

"Amiamo la nostra terra, amiamo il nostro centro storico, non intendiamo più tollerare il suo scempio da parte di chicchessia". Sono le parole di una nota diramata dalla "Giovane Italia" altamurana, il movimento giovanile del Pdl. L’oggetto della denuncia è la frequenza delle scorrerie vandaliche nel centro della cittadina federiciana a causa dell’assenza della Politica. La richiesta invece è “che l’amministrazione si desti da un torpore causante avvenimenti sanguinosi e incivili”.

"La nostra rabbia - scrivono - è andata esponenzialmente aumentando ogni volta che si sono consumati fatti di violenza e vandalismo, i quali si sono incessantemente ripetuti in questo periodo. Il vile accoltellamento nei confronti di un minore da parte di due cittadini extracomunitari, le due autovetture date alle fiamme, gli innumerevoli reati minori che si consumano a scapito dei cittadini e della cittadinanza, rendono ai minimi termini la pazienza e la speranza degli altamurani. Mesi fa, in riposta a tale situazione, abbiamo dato il via all’iniziativa denominata “LO chiAMI Centro storico”, raccogliendo l’opinione dei cittadini attraverso la compilazioni di questionari a risposta multipla, inerenti la qualità della vita ed il decoro. Un gran numero di altamurani si sono espressi, ed il responso è stato unico ed inequivocabile, più del 90% hanno sostenuto una generalizzata assenza di sicurezza. Noi, non addebitiamo questa emergenza alle forze dell’ordine, ma riteniamo che la responsabilità sia tutta ascrivibile alla sconfortante assenza della politica” .

LA RICHIESTA: “La Giovane Italia reclama e richiede a gran voce un cambiamento di tendenza , invita con fermezza l’amministrazione a destarsi da un torpore causante avvenimenti sanguinosi e incivili e chiede: un censimento circa le singole unità abitative del Centro Storico al fine di analizzare l’intera fenomenologia domiciliare e arginare i frequenti fenomeni di abusivismo e clandestinità che fanno da humus ai vari fenomeni criminali quali lo spaccio di stupefacenti , furto di autovetture e motocicli , violenze sulle donne, violenza sui minori , vandalismo sui patrimoni pubblici, privati e storici , violazione delle norme più basilari di igiene e civiltà; un maggior dispiegamento delle forze dell’ordine all’interno del centro storico cittadino specialmente nelle ore notturne; sanzioni più severe e rigide nei confronti di chi non rispetti le più basilari norme igieniche e di decoro”. E concludono: “La Giovane Italia, si batterà affinché questi punti siano realizzati e ritornerà in Piazza per significare tutto il suo dissenso nei confronti dell’inerzia Amministrativa".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità, la Giovane Italia: "Amiamo Altamura e non tolleriamo più tale scempio"

BariToday è in caricamento