Altamura

Olimpiadi di Italiano 2013, il secondo posto è di un altamurano: Giovanni Natale

Ha 16 anni ed è uno studente della III C del liceo scientifico "Federico II di Svevia". Eccellente in Matematica si è imbattuto però in prove di grammatica, sintassi e morfologia della lingua italiana

Ha 9 in Italiano e 10 in Matematica eppure non si aspettava di vincere su trenta studenti giunti a Firenze da tutta Italia per la disputa delle Olimpiadi di Italiano che si sono svolte lo scorso sabato a Palazzo Vecchio. Giovanni Natale, 16 anni è uno studente altamurano della III C del liceo Scientifico “Federico II di Svevia” ed è arrivato secondo dopo Beatrice Vano, originaria di Cassino (FR).

“E’ stata un’esperienza bellissima- dice Giovanni- e mi riferisco soprattutto alla visita di quella bellissima città ad un passo dalla Storia e che ho visto per la prima volta”. Allievo della professoressa Margherita Susca, è partito alla  volta della Toscana con l’incoraggiamento dei compagni e con la sferzata di  energia del capo d’Istituto Giovanna Cancellara. “Mi ha chiamato in presidenza-racconta- e mi ha detto di portare alto il nome del liceo scientifico di Altamura”. E Giovanni l’ha presa in parola. Ora come ora se pensa a quale facoltà scegliere dopo la maturità pensa di isriversi a Matematica o comunque di frequantare corsi ad orientamento scientifico. Ma le prove che ha dovuto affrontare a Firenze richiedevano abilità di sintassi, grammatica, morfologia della lingua italiana e un’altra ancora di produzione testuale “in cui- dice- penso di essere andato meglio”.

Se c’è un’altra cosa che porterà nel cuore di questa due giorni fiorentina è l’incontro con Roberto Vecchioni, intervenuto nel convegno di venerdi pomeriggio a Palazzo Vecchio “La lingua italiana e la musica”. E il mattino seguente ha affrontato due ore di prove. “Ero molto emozionato-ricorda Giovanni- ma per quanto mi riguarda avevo già vinto, cioè, ero già tanto soddisfatto di aver superato le regionali”. La manifestazione di Firenze, infatti, è stata organizzata dal Ministero in collaborazione con il Comune, l’Accademia della Crusca e Asli, Associazione per la storia della lingua italiana. Gli obiettivi della gara, principalmente, sono due: incentivare e approfondire nelle scuole lo studio della lingua italiana e sollecitare negli studenti l'interesse e la motivazione a migliorare la padronanza della lingua. Giovanni Natale ha superato prima la competizione all’interno del suo istituto  e poi quella con altri studenti pugliesi; in finale sono arrivati due ragazzi della provincia di Bari (oltre a Natale, Veronica Galluzzi dell’istituto professionale Majorana di Putignano) e uno della Bat, Roberto Rana del liceo scientifico “Cafiero” di Barletta.  La prossima esperienza formativa che lo attende è aldilà dei confini nazionali, uno stage in Spagna. “Non me lo aspettavo- ribadisce umilmente - ma il ricordo che terrò, davvero,  non è il risultato delle Olimpiadi”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi di Italiano 2013, il secondo posto è di un altamurano: Giovanni Natale

BariToday è in caricamento