menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei falchi grillai nati nel nido artificiale

Uno dei falchi grillai nati nel nido artificiale

Parco Alta Murgia, i grillai "spiati" dalle webcam pronti a spiccare il volo

Nati in un nido artificiale posto sui tetti di Graviva e spiati dagli esperti tramite una webcam, i cinque falchi grillai del Parco Nazionale dell'Alto Murgia stanno per lasciare il nido. I falchetti sono stati inanellati per consentirne il futuro riconoscimento

Per più di un anno sono stati "spiati" 24 ore su 24 ore attraverso una webcam dagli esperti della LIPU e del Parco Nazionale dell'Alta Murgia. E' la storia dei cinque esemplari di falchi grillai nati in un nido artificiale posto sul terrazzo di un'abitazione di Gravina nel giugno 2010. I loro genitori, "Ginger e Fred", avevano scelto per deporre le loro uova proprio quel nido piazzato ad hoc dagli esperti del Parco, che hanno potuto così seguire, e far seguire, in diretta tutti i momenti nella nascita e della crescita dei falchetti.

Da qualche giorno però, i cinque esemplari hanno dato inizio alle loro "esplorazioni di volo" nei dintorni, e presto saranno pronti ad abbandonare definitivamente il nido. Gli addetti del Parco hanno quindi proceduto all'inannellamento dei cinque grillai, per facilitarne il riconoscimento nel corso di futuri avvistamenti, e verificare quindi il loro ritorno al parco il prossimo anno. La pratica consiste nell’apporre un cerchio rosso con la scritta bianca alla zampa destra, mentre un anello metallico è stato posto alla zampa sinistra.


Chi volesse assistere in diretta alle ultime ore trascorse nel nido dai cinque giovani falchetti, può farlo collegandosi al sito del Parco Nazionale dell'Alta Murgia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento