Sabato, 31 Luglio 2021
Gravina

Da Stamford a Gravina: gli emigrati in USA aiutano i senzatetto

Padre Mario Marino si è rivolto a questi cittadini residenti negli Stati Uniti ancora molto vicini alla propria terra d'origine; hanno offerto il proprio aiuto per l'acquisto di un dormitorio

Un gesto di solidarietà che attraversa l’oceano e giunge in città: la comunità gravinese residente in America ha dichiarato di essere disposta a sostenere l’acquisto di un immobile adiacente al refettorio per farne un dormitorio per i senzatetto.

Padre Mario Marino della chiesa di San Francesco si è rivolto a questi cittadini emigrati negli Stati Uniti ancora molto vicini alla propria terra d’origine; per esprimere la propria gratitudine si sono offerti di aiutarlo a realizzare questo progetto che al momento è solo un’idea. Un’idea nata proprio dall’esperienza quotidiana del parroco a contatto con storie di povertà, tristezza e frustrazione.

Il braccio teso viene da Stamford, nel Connecticut. Sono dieci le famiglie gravinesi  che ogni anno per rivivere le tradizioni della terra delle gravine organizzano una grande festa dedicata a San Michele Arcangelo.  E non solo; tengono da anni ormai sempre molto vivi i rapporti con la “patria”, infatti sono a conoscenza di tutte le iniziative che si susseguono. Adesso hanno detto nuovamente sì; sì ad un tetto per tutta quella gente che fa della strada un letto, e tanto altro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Stamford a Gravina: gli emigrati in USA aiutano i senzatetto

BariToday è in caricamento