Venerdì, 17 Settembre 2021
Altamura Altamura / Piazza Municipio, 1

Arriva l'ennesima formazione di Mario Stacca, Idv: "chiediamo dimissioni e nuove elezioni"

Filippo Lemma, coordinatore cittadino dei dipietrini, parla a proposito del nuovo staff insediatosi a Palazzo di Città. E sottolinea: "chi è in Consiglio metta fine a questo modo di fare politica"

“Tanto tuonò, che piovve! Dopo mesi di inattività e di "fermo" amministrativo dell'attività politica altamurana, si è insediata la nuova giunta a Palazzo di Città”. Questo è l’esordio dell’ammonizione di “Italia dei Valori” nei confronti dell’ultima formazione governativa del sindaco Mario Stacca.

Il Comune di Altamura ha infatti una nuova maggioranza e nuovi assessori anche se ancora senza delega: Domenico Cappiello, Vito Casiello, Carlo Loiudice, Raffaella Petronelli e Giovanni Saponaro. Sono cinque invece di sei. Anche i consiglieri sono in numero alquanto risicato: sedici su 31.  E tra questi ci sono i discussi Lillino Colonna e Giacomo Panaro,  che dopo una campagna elettorale condotta ai limiti dell'offesa personale nei confronti dell’attuale sindaco  si ritrovano oggi dalla stessa parte. “Mesi e mesi di non-governo, con provvedimenti di importanza fondamentale per la città, alla mercè delle diatribe interne fra i partiti della maggioranza- scrivono- e alla fine , Lillino-Panaro, centristi di professione, hanno evitato il giusto epilogo di questa vicenda: dimissioni e nuove elezioni”. E’ inutile dire dello sconcerto e dell’amarezza dei dipietrini, sono in fondo sentimenti comuni a tutti i partiti di opposizione.

Intanto restano importanti questioni da affrontare perché ancora privi di alcuna soluzione: la vicenda della variante in Via Ruvo per permettere la realizzazione di nuove aule da assegnare all'Istituto Alberghiero; la vicenda  del sito archeologico in Via Vecchia Buoncammino con un progetto di "riqualificazione" o recupero dell'area;  la vicenda dell'info-point di Via Treviso. “opera incompiuta oltre ad essere inutile costosa”. “Prevediamo che si siano fatti i soliti accordi a tutela di interessi particolari- scrive il coordinatore cittadino Filippo Lemma-  e non vediamo quale nuovo slancio potrebbe dare una maggioranza minima che non gode più del consenso degli altamurani”.

Intanto gli amministrati di Mario Stacca stanno ricevendo in questi giorni “salatissime cartelle esattoriali Tarsu” e- conclude-  “chi è in Consiglio dovrebbe porre fine a questo modo di fare politica.j

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva l'ennesima formazione di Mario Stacca, Idv: "chiediamo dimissioni e nuove elezioni"

BariToday è in caricamento