Mercoledì, 4 Agosto 2021
Altamura

IMU: polemiche e malumori per le strade e tra i partiti politici

Il pagamento della prima rata dell'imposta sui beni immobili giunge a scadenza. Le preoccupazioni degli altamurani; le polemiche e le proposte del PD a sostegno delle famiglie

Polemiche e malumori per le strade della città e nelle sedi dei partiti politici, di opposizione. Il motivo: l’IMU. I cittadini si dividono. Accomunati dalla stessa difficoltà nel sostenere questa ulteriore tassazione, c’è anche chi si schiera dalla parte dell’attuale governo.

A partire dal mese corrente gli altamurani, come tutti gli italiani,  sono chiamati a pagare la tassa sugli immobili che colpisce, come la vecchia ICI,  la prima casa e beni come: capannoni industriali e artigianali, locali destinati al commercio, alle professioni e alle attività produttive. In pratica i fili nevralgici di Altamura e del suo tessuto economico già in gravissima difficoltà.

I NUMERI - Dai numeri che ci ha fornito Aria Fresca si apprende come il Ministero dell’Economia aveva stimato un introito nel 2012 dalle casse del Comune di Altamura di 15.162.000 euro. Così ripartito: 2.690.000 euro per  IMU prima casa (somma che resta nelle casse del Comune); 6.236.000 euro per  IMU immobili diversi da prima casa (il 50% di quanto incassato che resta nelle casse del Comune); 6.236.000 euro per  IMU immobili diversi da prima casa (l’altro 50% che va allo Stato). Ma l’altra faccia della medaglia sono i tagli statali alle pubbliche amministrazioni, e quindi: 1.800.000 euro in meno, rispetto al 2011, per effetto del decreto legge n. 78 del 2011 (Ministro Tremonti);  ulteriori 1.070.000 euro in meno, rispetto al 2011, per effetto del decreto legge n. 201 del 2011 (Governo Monti); 2.730.000 euro in meno a seguito della cancellazione della quota dell’Iva che lo Stato destinava ai comuni.

I CITTADINI - “Davvero, non so proprio come faremo. Ho tre figli, mio marito non lavora da un anno, e non percepiamo nemmeno aiuti dal Comune”. E’ quanto ha detto una giovane mamma, preoccupata per la sua famiglia; la sua risposta è comune a tante altre. Ma c’è anche chi ha dichiaratamente difeso il nostro premier, dicendo” Monti non ha nessuna colpa; i soldi che mancano da qualche parte doveva pur prenderli”.

I PARTITI - Aria Fresca scrive a caratteri cubitali: “la politica si perde in giochetti di potere mentre si sta per abbattere un impressionante aumento delle tasse. Diciamo basta”. Il partito democratico, tramite il segretario Michele Cornacchia parla di una “mazzata in piena regola” da parte dell’ attuale amministrazione Stacca; conseguenza del non intervento sul contenimento dei costi della politica e il mancato ricorso a misure per il recupero di somme evase al fisco comunale. Le proposte dei democratici sono: la riduzione degli assessori da 8 a 6 e la contestuale diminuzione del 20% delle indennità per sindaco e assessori, riduzione che sale al 50% per i componenti di Giunta che percepiscono interamente altri redditi da lavoro, con un risparmio stimato in circa 75.000 Euro all’anno; la riduzione delle riunioni delle commissioni consiliari ad un numero massimo di 4 al mese, salvo esigenze legate alla sessione di bilancio, con un risparmio stimato in circa 50.000 euro all’anno; l'eliminazione delle indennità per gli incarichi nelle società e negli enti partecipati dal comune, eccezion fatta per gli incarichi direttivi; l'eliminazione di incarichi di consulenza legale esterna per somme inferiori a 5mila euro.  Queste le proposte, dovrebbe ora seguire una discussione.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IMU: polemiche e malumori per le strade e tra i partiti politici

BariToday è in caricamento