Altamura

Inchiesta Altamura: no alla scarcerazione per il comandante dei carabinieri

Resta agli arresti domiciliari il maresciallo Nicola Loiudice, il comandante della stazione dei carabinieri di Altamura coinvolto nell'inchiesta su presunti intrecci mafia-politica

Continua la detenzione agli arresti domiciliari per il marescialo dei carabinieri Nicola Loiudice, comandante della stazione di Altamura, arrestato lo scorso 6 dicembre nell'ambito di un'inchiesta su presunti intrecci tra mafia e politica nella cittadina murgiana. Il gip del Tribunale di Bari Vito Fanizzi ha respinto infatti la richiesta di scarcerazione presentata dai legali del sottoufficiale in seguito all'interrogatorio di garanzia in cui Loiudice ha respinto le accuse di aver favorito il boss di Altamura Bartolo Dambrosio non segnalando che il pregiudicato non ottemperava regolarmente all'obbligo di firma.

Le stesse accuse sono mosse ad un altro carabiniere in servizio presso la stessa caserma, il maresciallo Massimo Carotenuto, interrogato a metà dicembre e per il quale il gip ha invece respinto la richiesta di interdizione dalla professione avanzata dai pm inquirenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Altamura: no alla scarcerazione per il comandante dei carabinieri

BariToday è in caricamento