Altamura Via Già Corte D'Appello

“Generazioni a confronto: un cambiamento è possibile?”, il Sel convoca gli altamurani

Domani alle ore 19.30 presso il Laboratorio Urbano Port'Alba si tiene un incontro organizzato da Sinistra Ecologia e Libertà. I temi, anzi il tema: "idee giovani" per cambiare Altamura

“Vi aspettiamo venerdì 19 ottobre alle ore 19.30 presso il Laboratorio Urbano Port’Alba per discutere, insieme, della possibilità del “cambiamento possibile”. E’ l’invito di Salvatore Lospalluto, il coordinatore della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, a partecipare all’incontro “Generazioni a confronto: un cambiamento è possibile?”.

Salvatore Lospalluto ha già parlato qualche tempo fa di uno “scontro generazionale inconscio”: una competizione latente tra gli stessi padri e figli in un momento storico in cui c’è “posto” per pochi. E in una cittadina del Mezzogiorno come Altamura molto probabilmente è ancora più manifesta. Ma i vendoliani non escludono un “cambiamento” anzi, convocano gli altamurani per discutere il “cambiamento”. “Vogliamo intraprendere un cammino di cambiamento radicale  - scrivono- discutendo con tutta la cittadinanza e confrontandoci con essa. Lo facciamo innanzitutto attraverso l’iniziativa del 19/10/2012 in cui Sinistra Ecologia Libertà di Altamura vuole dialogare con i giovani e soprattutto con i nuovi, cioè con tutti coloro che hanno idee vincenti di crescita e di riscatto civico, morale ed economico di cui la città di Altamura ha estremamente bisogno”.

I LIMITI DEL CENTRODESTRA sono elencati nella “lettera aperta ai cittadini altamurani”: la mancata realizzazione di 30 aule completamente nuove utilizzando fondi stanziati dalla Provincia; la scelta di investire 1,5 milione di euro di “soldi nostri” per la realizzazione dell' info-point in via Treviso che è ancora inagibile; aumento delle tasse comunali, inesistenza di politiche giovanili; l’organizzazione annuale di “una notte bianca che a distanza di anni non ha un tema”; l’inerzia per la valorizzazione del centro storico e dei beni culturali. E la “lista” prosegue. “Noi vogliamo- e concludono- una classe dirigente con “giovani idee” che abbia un confronto continuo con la città;  una classe dirigente insomma che abbia dei valori”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Generazioni a confronto: un cambiamento è possibile?”, il Sel convoca gli altamurani

BariToday è in caricamento