Venerdì, 30 Luglio 2021
Altamura

Intrecci mafia-politica, la Cassazione respinge due ricorsi: "E' associazione mafiosa"

Lo ha stabilito la Corte, rigettando i ricorsi presentati da due imputati nel processo su un presunto intreccio tra mafia, politica e mondo imprenditoriale ad Altamura

"Era un'associazione di tipo mafioso, capeggiata dal defunto boss di Altamura Bartolo Dambrosio, a gestire gli affari illeciti nella città murgiana "instaurando rapporti con gli ambienti politico-amministrativi, economico-imprenditoriali, giudiziari e di polizia . Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, rigettando i ricorsi presentati da due imputati nel processo su un presunto intreccio tra mafia, politica e mondo imprenditoriale ad Altamura.

La decisione è stata presa nelle scorse settimane dalla Corte, ma se ne è avuta notizia solo oggi. Vincenzo Crapuzzi e Domenico Cicirelli, arrestati proprio in seguito alla decisione della Cassazione, avevano impugnato i provvedimenti del Tribunale del Riesame di Bari che aveva riconosciuto il reato associativo. I due sono imputati (il primo dinanzi alla Corte d'Assise il secondo con rito abbreviato davanti al gup del Tribunale di Bari) insieme con altre 13 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, lesioni personali, violenza privata, estorsione, usura, detenzione e porto di armi da guerra con relative munizioni e sostanze esplodenti, simulazione di reato, favoreggiamento personale e frode processuale. L'Antimafia contesta a un imputato, Giuseppe Bruno, anche l'omicidio di Biagio Genco, scomparso nel novembre 2006. In Assise, a partire dal 20 maggio prossimo, saranno processati 9 imputati, tra cui il fratello del defunto boss, Mario Dambrosio e l'imprenditore di Altamura Mario Clemente. In abbreviato, dal 16 aprile, sei imputati tra cui l'allora comandante della stazione dei Carabinieri di Altamura, Nicola Logiudice, e un altro carabiniere in servizio presso la stessa stazione, il maresciallo Massimo Carotenuto, insieme con gli avvocati e politici altamurani Vincenzo Sianiße Vito Zaccaria. A questi due l'Antimafia contesta di aver agevolato la presunta organizzazione criminale a penetrare negli ambienti politico-amministrativi della città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intrecci mafia-politica, la Cassazione respinge due ricorsi: "E' associazione mafiosa"

BariToday è in caricamento