Mercoledì, 4 Agosto 2021
Altamura Via Già Corte D'Appello

"Suona la campanella, ricomincia la scuola", un augurio e una riflessione dei Giovani Democratici

Il movimento giovanile del Partito Democratico scrive una lettera aperta agli studenti. Con la consapevolezza della difficile situazione socio-economica dicono: "Forza ragazzi!"

Il movimento giovanile del Partito Democratico scrive a proposito della riapertura delle scuole dopo la pausa estiva e quindi dell’inizio di un nuovo anno scolastico per tutti gli studenti di ogni ordine e grado. Nella lettera rivolta a chi siederà tra i banchi i democratici esprimono oltre ad un sincero augurio per un buon inizio e una proficua continuazione , le proprie preoccupazioni per le condizioni socio-economiche della città e di conseguenza dei genitori di questi ragazzi. Inoltre, sottolinenano l’importanza dell’istituzione scolastica soprattutto per la crescita e la formazione individuale.

Vi riportiamo interamente la lettera dei Giovani Democratici di Altamura:
“Cari Studenti,
 siamo alla vigilia dell’inizio del nuovo anno scolastico e molti istituti riapriranno i battenti tra domani e la prossima settimana. Per alcuni di voi ricomincerà un percorso, mentre per altri ne inizierà uno nuovo che ne potrà segnare il futuro. Si riparte con un clima di profonda incertezza che sta condizionando tutta la nostra comunità. Genitori che hanno perso il posto di lavoro e non sanno come affrontare le spese per i materiali didattici,  docenti precari beffati da un nuovo concorso che rischia di cancellare i sacrifici per anni di precariato, studenti che si confrontano sulla scelta di cercare un lavoro o proseguire gli studi.

Siamo convinti che la scuola sia non solo uno straordinario luogo di apprendimento didattico ed educativo ma una grande possibilità di crescita, un presidio di civiltà per la tutela del Sapere, per la trasmissione dei principi di legalità, per la nascita di nuove forme di creatività, di amicizia e confronto. Da questi principi dobbiamo ripartire. Non c'è futuro per il nostro Paese se non si contrasta la pesante caduta della domanda di istruzione, l'abbandono scolastico, la flessione delle iscrizioni nelle Università, la sfiducia dei ricercatori, la demotivazione di un corpo  insegnante sempre meno riconosciuto nella sua funzione sociale e culturale. Ad Altamura la Scuola sta modellando la società del domani, accogliendo i nuovi italiani, mescolando le diverse culture innescando quei meccanismi di apertura mentale che faranno della nostra città, una stupenda realtà multietnica.  E’ proprio questa esperienza scolastica che la politica dovrà difendere : l’integrazione di nuovi altamurani appartenenti a diversi ceti e origini. La politica dovrà ergersi a difesa della scuola, è questo il nostro compito nonché la profonda differenza con il centrodestra che amministra la città che ha dilapidato troppe opportunità per il rilancio dell’offerta istruttiva (il pericolo della mancata costruzione di 12 nuove  aule finanziate dalla Provincia di Bari).

Per questo, ragazzi,  è importante intraprendere o rafforzare l’impegno sociale e politico. Se ci sarà questa responsabilità potremo raggiungere diversi obiettivi. Una grande dimostrazione l’abbiamo avuta con la manifestazione in ricordo di Melissa Bassi e il Giudice Falcone che si è svolta per le strade e piazze della nostra città. In quell’occasione ci siamo sentiti finalmente fieri di condividere un sentimento di speranza, ci siamo sentiti più vicini e solidali. Non  dimentichiamo quelle emozioni, non cediamo arrendevoli alla disuguaglianza e alla cattiva politica. E’ necessario tornare a credere nelle nostre possibilità e nella convinzione che solo l’istruzione potrà consegnarci un futuro migliore. L’esempio ci è stato trasmesso dai ragazzi dell’Emilia che nonostante la tragedia del terremoto e le condizioni estreme hanno portato a termine il loro percorso scolastico. Forza ragazzi!”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Suona la campanella, ricomincia la scuola", un augurio e una riflessione dei Giovani Democratici

BariToday è in caricamento