Altamura Piazza Santoro Passarelli

Giudice di Pace, l'ufficio resta in città. Stacca: "Produciamo fatti e atti concreti"

L'Amministrazione ha approvato all'unanimità il mantenimento della sede cittadina. Le spese di funzionamento e di erogazione del servizio saranno a carico delle casse comunali

L' amministrazione comunale ha deciso che l'Ufficio del Giudice di Pace deve rimanere in città. Con una delibera di Giunta il sindaco Stacca ha detto no alla soppressione della sede altamurana e si è anche accollato le spese di funzionamento e di erogazione del servizio.

La Giunta Comunale ha approvato il mantenimento ad Altamura dell'ufficio del Giudice di Pace; la delibera reca la data del 19 gennaio scorso, quando all’unanimità, l'Amministrazione  si impegnava ad individuare e le apposite soluzioni attraverso un'attività di coordinamento e concertazione. Con questa delibera lo staff di Palazzo di Città comunica al Ministero di Grazia e Giustizia ''la volontà di mantenere l'Ufficio del giudice di pace di Altamura'' con ''l'impegno a farsi integralmente carico delle spese di funzionamento e di erogazione del servizio giustizia nella relativa sede, ivi incluso il fabbisogno di personale amministrativo che sarà messo a disposizione dall'Ente, da determinare puntualmente per effetto dell'esatta quantificazione degli stessi''.

Il sindaco Mario Stacca ha già comunicato tale decisione alle associazioni degli Avvocati nel corso di un incontro che si è tenuto nei giorni scorsi in merito alla geografia giudiziaria. La categoria professionale ha espresso la propria piena condivisione. ''Abbiamo mantenuto gli impegni per proseguire le attività di amministrazione della giustizia nel nostro Tribunale - afferma il sindaco Stacca -. E' un'altra dimostrazione che stiamo operando e producendo fatti e atti concreti, a differenza dell'opposizione''.


 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giudice di Pace, l'ufficio resta in città. Stacca: "Produciamo fatti e atti concreti"

BariToday è in caricamento