Sabato, 31 Luglio 2021
Altamura

Disagi delle Fal, Colamussi detta nuovi orari. I pendolari: "Siamo indignati"

Le Ferrovie Appulo Lucane pubblicano un nuovo "prospetto" ma i pendolari polemizzano su Fb perchè sono state ignorate le loro proposte e non escludono "forme di lotta concrete" per tentare di essere ascoltati

“ll comitato dei pendolari delle Ferrovie Appulo Lucane "F.A.L...le Migliorare" esprime forte disappunto per il nuovo quadro orari che entrerà in vigore a partire dal lunedi 22 aprile 2013”. Così esordisce in una nota Marialisa Moramarco, responsabile e portavoce del comitato, in merito ai nuovi orari pubblicati dalla società di trasporti guidata da Matteo Colamussi.

E’ polemica tra i pendolari appulo-lucani sulla bacheca facebook del gruppo “Fal…le migliorare” perché ancora una volta sono rimasti inascoltati da un’azienda che al contrario si dice pronta ad andare incontro alle esigenze dei propri clienti. “Questa ‘rivoluzione’ dei nuovi orari delle FAL in vigore dal 22 aprile senza un minimo di concertazione con le associazioni degli utenti e dei viaggiatori e con la Regione che sta a guardare, non la comprendo- scrive Michele Micunco- perché si ha tutta l'impressione di doversi solo adeguare”.  “Abbiamo sempre dimostrato spirito collaborativo- continua il presidente della sezione cittadina di Confconsumatori- ma quando si è a dir poco emarginati da una discussione che cambia anche le nostre vite e le abitudini di moltissimi pendolari si sfiora l'arroganza”. I motivi di tanta indignazione, come precisa la stessa Moramarco, sono due: le Ferrovie non hanno tenuto conto dei risultati del “sondaggione” di febbraio “che abbiamo provveduto a girare alla Presidenza”. Inoltre, le variazioni apportate al vecchio orario sono talmente lievi che non “vanno incontro alle esigenze reali di chi viaggia giornalmente”. A tutto ciò si aggiungono i “ritardi cronici, la sporcizia e il sovraffollamento quotidiano” oltre alla lentezza dei treni che per percorrere 70 Km, da lunedi 22 aprile, impiegheranno fino ad 1 ora e 43 minuti, “mentre altrove si parla di Treni ad Alta Velocità!”.

“A questo punto – conclude- l'interrogativo che sorge spontaneo è se il confronto con i pendolari sia solo illusorio o strumentale”. E non si escludono nei prossimi giorni “forme di lotta concrete” per migliorare le condizioni di viaggio subite giornalmente, per ottenere ciò che, in realtà, è un diritto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disagi delle Fal, Colamussi detta nuovi orari. I pendolari: "Siamo indignati"

BariToday è in caricamento