Martedì, 27 Luglio 2021
Altamura

Premio "Fair Play", tocca all’Agon Club di Antonio Taccogna e Mr. Denora

La FGCI ha scelto i Giovanissimi di Altamura per l'assegnazione di questo prestigioso riconoscimento perchè hanno messo in campo i valori alla base della disciplina calcistica: socialità e sportività


"Io dico che sono i “miei” ragazzi ma poi senti parlare il mister e dice che sono “i suoi”, e quindi non si capisce bene di chi sono questi giovanissimi calciatori, fatto sta che io oggi sono tanto soddisfatto”. Così Antonio Taccogna, presidente dell’Agon Club di Altamura interviene ironico, ma per celare la forte emozione, alla cerimonia di assegnazione del premio “Fair Play” alla sua  “piccola squadra” presso il punto vendita “Tim Tiellesse” in via Gravina.  Accanto a lui, il coach Nicola Denora, Antonello Quarto,  coordinatore del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC Puglia e Giovanni Saponaro, assessore allo Sport.

I Giovanissimi dell’Agon Club non hanno vinto il Campionato ma come ha sottolineato Antonello Quarto “hanno vinto molto di più”. Il premio “Fair Play” Tim e Lega Nazionale Dilettanti infatti, riconosce la disciplina sportiva e cioè il corretto comportamento in campo. “Evidentemente- continua Quarto- hanno accumulato il minor numero di falli ed espulsioni tanto da meritarsi questo premio prestigioso che è molto ambito se consideriamo la filosofia del settore giovanile, perché mette in evidenza quelli che sono i veri valori dello sport: socialità e sportività”. I più piccoli sono nati nel 2000, i più grandi solo nel ’97 e sotto le maglie bianco-rosse hanno disputato comunque un ottimo campionato e “se così è stato- conclude il coordinatore della FIGC Puglia- è il risultato non solo dei mezzi tecnici ma anche della correttezza in campo”. La conferma arriva dal mister dell’Agon Club, Nicola Denora che fiero ed entusiasta sottolinea la sua “filosofia del pallone”. “Noi oltre ad essere allenatori siamo anche insegnanti di Educazione Fisica- dice- e il primo passo verso questi ragazzi è infondere, prima della passione e della voglia di vincere, il buon comportamento in campo; i risultati se arrivano è bene ma l’importante per noi è essere riconosciuti quando giochiamo come una squadra rispettosa”. A sentIrlo, valori dello stare insieme e di un sano divertimento vengono prima del “ta-ta-ta”, espressione usata in modo intimo e giocoso dal presidente, dallo stesso Denora e dai piccoli calciatori per descrivere oltre ai passaggi che si scambiano in campo, la complicità, la velocità e la collaborazione condivise. E’ una piccola grande famiglia l’Agon Club, testimoni gli sguardi lucidi e i sorrisi dei piccoli calciatori verso i loro “capi”, e per Alberto Denora e Felice Taccogna sono anche padri.

“E’ motivo di grande soddisfazione vedere questo premio che si materializza-commenta l’assessore Saponaro-soprattutto per un allenatore. E’ sinonimo secondo me anche di una grande superiorità tecnica, e certo, i risultati che da anni i professori Denora portano ad Altamura sono ormai riconosciuti”. L’augurio è che da questo vivaio possano fiorire tanti talenti e che possano arrivare più in alto di Ciccio Caputo ma “l’importante è viversi questa esperienza di crescita e senza mai trascurare lo studio”. Poi per quel che riguarda le strutture sportive ad Altamura, l’assessore si mostra consapevole delle carenze dello storico campo “Cagnazzi” e non nega l’interessamento dell’Amministrazione a garantire in futuro condizioni più confortevoli. D’ora in poi le maglie dei Giovanissimi dell’Agon Club avranno anche un altro “stemma”: la patch Fair Play Tim Cup. “E’ stato un bel percorso quello fatto con i miei ragazzi-conclude il Presidente-certo, avremmo potuto vincere ma è stato un girone abbastanza impegnativo, ringrazio il mister e la passione di tutti noi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio "Fair Play", tocca all’Agon Club di Antonio Taccogna e Mr. Denora

BariToday è in caricamento