Altamura

Riordino delle province, Altamura in terra di Foggia? Il centrosinistra non ci sta

La possibilità che la cittadina murgiana venga inglobata nella provincia di Foggia sta sollevando malumori. PRC "mobilitiamoci", Pd "noi siamo levantini", Aria Fresca "saremo attivi e propositivi"

“Addio Taranto, Brindisi e Bat” abbiamo scritto tre giorni fa a proposito del riordino delle province pugliesi che sta facendo tanto discutere.  Come deciso in seduta del Consiglio dei Ministri si dimezza il numero delle province pugliesi e si apre la strada ad almeno due accorpamenti: la Bat inglobata nella provincia di Foggia, Taranto e Brindisi con Lecce. Nel ridisegnare il nuovo assetto per la regione Puglia, incerto è il destino di due grossi comuni murgiani, Altamura e Gravina in Puglia, che potrebbero lasciare Bari e venire accorpate in terra di Foggia. 

L’ ipotesi in città non è stata ben accolta, né dai partiti né dai cittadini; anzi c’è chi nemmeno la considera. I malumori crescono come la volontà di opporsi a “questa ingiustizia” nei confronti della comunità murgiana e di manifestare contro “i conti” fatti puntualmente in malo modo. Pubblichiamo interamente le dichiarazioni a tal proposito di alcuni partiti del centro sinistra altamurano: questa unione “non s’ha da fare”.
 
FELICE DILEO per Rifondazione Comunista : “Il Prc ritiene che ciò che si sta tentando di tagliare non sono i costi dell'inutile burocrazia o i privilegi, ma sono instituzioni che contribuiscono alla democrazia del nostro paese. Infatti, nonostante stucchevoli proclami, i parlamentari si guardano bene dal non ridurre le loro esose spettanze, i vitalizi e tutti i privilegi connessi (si pensi che sia alla Camera che al Senato è a disposizione un parrucchiere, per acconciare ad un prezzo irisorio anche gli ex parlamentari). Si interviene, viceversa, tagliando con la scure enti funzionali ai cittadini. Quindi, diventando Bari città metropolitana, salterà l'istuzione provinciale legata allo stesso capoluogo, motivo per cui Altamura dovrà scegliere se far parte della metropolitana di Bari, ma in questo caso non sarà più un comune autonomo, bensì una circoscrizione barese come: Madonnella, Poggiofranco;  oppure restare un Comune autonomo, però in quel caso farà capo a Foggia, un territorio lontano e distinto dalle istanze murgiane, considerato che anche la provincia della Bat verrà soppressa. Riteniamo, pertanto, che il Governo Monti si appresta a concretizzare l'ennesima ingiustizia, motivo per cui chiederemo ai cittadini di mobilitarsi per opporsi a questo stato di cose. 
 
MICHELE CORNACCHIA per Partito Democratico: “La costituzione della Città metropolitana di Bari, esautora la stessa provincia. Le funzioni possono essere ripartite tra comuni e Regione, tipo viabilità, manutenzione edifici scuole superiori , ambiente,formazione e lavoro , con la supervisione della conferenza dei sindaci Il gruppo Consiliare della Margherita del Comune di Altamura, sin dalla scorsa consigliatura, proponeva di aderire all'area metropolitana di Bari e non alla città murgiana, per ovvie ragioni.Gli Altamurani culturalmente sono levantini, con il completamento della SS96 che ci porterà in poco tempo alle porte del capoluogo integrandoci maggiormente a servizi come sanità, universita, aereoporto, ferrovie , autostrade, questo legame sarà sempre più solido.La proposta "Foggia" è il contrario di quanto ho appena evidenziato. Volendo volare, Matera si trova a 18Km con una superstrada già funzionanate, i vantaggi di un nostro ingresso nella Basilicata e di una adesione alla provincia di MT sono inferiori agli svantaggi , salvo prova contraria”.
 
ENZO COLONNA per Aria Fresca: “Il problema, se il tutto si dovesse confermare, è stare in questi processi di trasformazione, governarli, altrimenti rischiamo di essere messi ai margini. C'è una grande opportunità che è data, come prevede il decreto governativo, dallo statuto della futura città metropolitana con cui si dovrà e potrà costruire l'architettura e l'organizzazione di tale nuovo ente. In particolare:
"a) regola l'organizzazione interna e le modalita' di funzionamento degli organi e di assunzione delle decisioni; b) regola  le forme di indirizzo e di coordinamento dell'azione complessiva di governo del territorio metropolitano; c) disciplina i rapporti fra i comuni facenti parte della citta'
metropolitana e le modalita' di organizzazione e di esercizio delle funzioni metropolitane, prevedendo le modalita' con le quali la citta' metropolitana puo' delegare poteri e funzioni ai comuni, in forma singola o associata, ricompresi nel proprio territorio con il contestuale trasferimento delle relative risorse umane, strumentali e finanziarie necessarie per il loro svolgimento; d) puo' prevedere le modalita' con le quali i comuni facenti parti della citta' metropolitana possono delegare compiti e funzioni alla medesima; e) puo' regolare le modalita' in base alle quali i comuni non ricompresi nel territorio metropolitano possono istituire accordi con la citta' metropolitana."
Bisogna essere, con gli altri comuni della Murgia, presenti, attivi e propositivi per far valere la centralità di questo territorio.
 
 
 
.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riordino delle province, Altamura in terra di Foggia? Il centrosinistra non ci sta

BariToday è in caricamento