Mercoledì, 22 Settembre 2021
Santeramo in Colle Santeramo in Colle

La crisi del mobile imbottito, il centrodestra santermano contro D'Ambrosio

Il consigliere pidiellino Giovanni Riviello e il centrodestra parlano a proposito della conferenza di domani "lodevole solo nelle finalità,ma non nella metodologia applicata per organizzarla"

Un’altra polemica,  a suon di trombe e campane stavolta, nei confronti del sindaco Michele D’Ambrosio; a sollevarla sono i gruppi della minoranza in seno al Consiglio Comunale, il centrodestra. Il motivo che ha portato Giovanni Riviello, ex sfidante dell’attuale primo cittadino nelle scorse amministrative, Giovanni Volpe e l’assessore provinciale al Bilancio Vito Giampetruzzi a inveire contro D’Ambrosio è la conferenza allargata che si terrà domani. Nella mattinata di domani infatti, presso Palazzo Marchesale i sindaci di  Santeramo, Altamura, Gravina, Cassano delle Murge, Poggiorsini, Matera, Laterza e Ginosa si incontrano per discutere sulla crisi del distretto del mobile imbottito e di conseguenza per elaborare scelte e programmi condivisi al fine di  superare un grosso problema che accomuna tutti i comuni murgiani. 

 
Ma il centrodestra santermano a tal proposito scrive di una lodevole iniziativa, “solo nelle finalità ma non nella metodologia applicata per organizzarla”. Vi riportiamo interamente il comunicato giunto in redazione: 
 
 “L'approvazione dell'Accordo di Programma utile a superare la crisi del settore e la salvaguardia dei posti di lavoro è un'importantissima questione che non deve avere alcun colore politico ma, altresì, deve essere un'agire corale che ne rafforzi l'autorevolezza e l'importanza delle richieste. Un'iniziativa dunque organizzata, dichiarando inoltre di voler esser pronti ad ascoltare tutti, ma che invece viene portata avanti con la partecipazione della sola propria parte politica  (il Pd proprio per essere più chiari) non potrà dunque che portare a risultati parziali e non esaustivi sotto il profilo delle soluzioni.
 
Il Sindaco D'Ambrosio, è bene che si sappia, era già a conoscenza della mancata disponibilità a partecipare alla Conferenza sia del Presidente della Provincia, il Prof. Schittulli, che dell'On. Raffaele Fitto (il quale conosce molto bene l'argomento avendolo già affrontato di persona durante l'esperienza di Ministro per il Mezzogiorno), entrambi contattati per le vie brevi dal nostro Assessore Provinciale Vito Giampetruzzi. Alla richiesta di cambiare data così da consentire una partecipazione molteplice di più esponenti politici il Sindaco ha invece risposto "picche".
 
L'on Fitto e il Presidente Schittulli si erano dichiarati disponibili alla partecipazione all'incontro purché lo stesso avvenisse o Lunedi 9 Luglio o Venerdi 13 Luglio avendo entrambi già altri appuntamenti calendarizzati. Il Sindaco invece, appresa la notizia della duplice indisponibilità, ha preferito "spingere sull'acceleratore" per non perdere tempo, pur sapendo quanto fosse importante affrontare l'argomento con il contributo di tutte le forze politiche in barba alla tanto sbandierata voglia, se eletto, di "coinvolgere tutti i partiti politici santermani" in importanti scelte che riguardassero la collettività.
 
Facile dunque presentarsi con la "minestra" già bella e pronta ignorando, volutamente, che al Governo dell'Italia non c'è il solo centrosinistra ma un governo di "emergenza nazionale" retto da parlamentari sia del PD quando del PDL e dell'UDC. Alla luce di questo confermiamo la disponibilità dei nostri rappresentati politici ad affrontare nuovamente l'argomento ma in altra data e tenendo conto delle loro disponibilità.
 
Caro Sindaco l'importanza della tematica, in virtù della crisi economica sentita e percepita da tutti, è prioritaria come anche il voler evitare di "perder tempo" ma fare le cose nel giusto modo e con la giusta tempistica permette di evitare la demagogia e, come recita un vecchio adagio, che "la gatta frettolosa faccia i figli ciechi". Alla luce di ciò caro Sindaco tu e la sua maggioranza continuate pure a suonare le loro "trombe", noi invece suoneremo le nostre "campane". Gli unici a rimetterci, però, sono i cittadini e i lavoratori".
 
                                                                                                                             
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La crisi del mobile imbottito, il centrodestra santermano contro D'Ambrosio

BariToday è in caricamento