Sabato, 31 Luglio 2021
Santeramo in Colle

Giornata del ricordo, Giovane Italia: “La verità non può essere infoibata”

I Giovani del Pdl hanno proposto al sindaco D'Ambrosio l'intitolazione di una via, di una strada o di una piazza di Santeramo con l'appellativo: "Martiri delle Foibe"

“La Giovane Italia, per mantenere vivo il ricordo di questa tragedia, ha inoltrato una richiesta formale, indirizzata al Sindaco di Santeramo, con la quale proponeva l’intitolazione di una Via, di una strada o di una piazza del nostro Paese, con l’appellativo :“Martiri delle Foibe”.  E’ uno stralcio della nota diffusa dal movimento giovanile del Pdl  in occasione della giornata del ricordo della strage delle Foibe.

“Il 10 Febbraio ricorre la “Giornata del Ricordo”- scrivono- solennità civile nazionale italiana in commemorazione delle vittime dei massacri delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata. Storia e passato sono due componenti essenziali per vivere il presente, nella speranza di non rivedere e rivivere gli errori e gli orrori che hanno mestamente segnato la storia contemporanea”.

E spiegano che così come il Parlamento Italiano ha voluto  onorare la memoria di questi tragici accadimenti, istituendo la ”Giornata del Ricordo” con l’intento di ricordare la tragedia delle Foibe e render loro il giusto tributo ed onore, il Movimento ha chiesto che vi sia un tributo anche a Santeramo in Colle.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata del ricordo, Giovane Italia: “La verità non può essere infoibata”

BariToday è in caricamento