Santeramo in Colle Santeramo in Colle / Via Guglielmo Marconi, 2

Michele D'Ambrosio risponde a un cittadino: sì a trasparenza e comunicazione

Qualche giorno fa un cittadino chiede al sindaco dei modi, tempi e mezzi di comunicazione dell'attività amministrativa. D'Ambrosio: "Il faccia a faccia, facebook, le testate d'informazione"

“Mi chiede se ho intenzione di aprire canali informativi con i Cittadini. La mia risposta è secca, chiara e, spero, inequivocabile: si”. E’ la risposta del sindaco Michele D’ambrosio alla lettera inviatagli da un concittadino santermano.

Qualche giorno fa il signor Lucarelli ha scritto qualche riga al Primo Cittadino in cui parla di trasparenza amministrativa. Ha chiesto infatti di illustrare “analiticamente, modi, tempi e mezzi con cui rendere credibile, per trasparenza e democrazia appunto, ogni atto amministrativo e politico della sua Amministrazione”.  Da quanto si legge, non è la prima volta che interroga il sindaco infatti definisce il suo, un quesito “orfano di risposta”.

LA RISPOSTA DI D'AMBROSIO “La ringrazio per gli auguri di buon lavoro. Vengo subito al cuore della questione da lei pubblicamente posta tramite l’emittente televisiva locale. Mi chiede se ho intenzione di aprire canali informativi con i Cittadini. La mia risposta è secca, chiara e, spero, inequivocabile: si.
 
Si, voglio aprire molti canali di comunicazione. Il primo da me inaugurato è la forma più antica e, penso, più efficace: “il faccia a faccia”. Domenica 22 luglio, infatti, ho tenuto un’assemblea pubblica cittadina in Piazza Garibaldi dove non solo ho messo a conoscenza dei grandi temi amministrativi (centrale a biomasse, Pug, Imu, ecc.), ma ho anche aperto un confronto con domande libere e risposte. So, caro Lucarelli, che Lei non vive a Santeramo, e, quindi, non ha potuto partecipare; sono convinto che avrebbe dato un giudizio positivo sull’iniziativa conoscendo la sua onestà intellettuale, anche per l’ampia ed attenta partecipazione popolare fino a tardi.
 
Un’altra forma di comunicazione diretta, anch’essa “faccia a faccia”, è il giro che il giovedì il Sindaco e gli Assessori stanno già facendo al mercato cittadino. Spero di poterLa incontrare, magari, in uno dei suoi soggiorni santermani.
 
La terza modalità è stata già citata da Lei ed è quella con il mezzo più usato dai nostri ragazzi: Facebook. Bene, caro Lucarelli, ad oggi sono ben 1.100 i nostri Concittadini, anche residenti lontano o lontanissimo, come Lei, che sono in stretto contatto diretto con il Sindaco. Ricevo centinaia di e-mail a cui rispondo puntualmente e personalmente. Spero di averLa tra i miei “Amici di Fb”.
 
Altro mezzo di comunicazione da me utilizzato è il sito web istituzionale del Comune, aggiornato con tutte le delibere, ordinanze e di tutto ciò che è di pubblica utilità. La mia segreteria puntualmente invia comunicati stampa a diverse testate giornaliste Canale2, Telemajg, Santeramoweb, Trc, Santeramolive, Gazzetta del Mezzogiorno, Partecipare, BariToday.
 
  Carissimo Lucarelli, sa quanto mi costa tutto ciò? ZERO. Nessun centesimo dei contribuenti e non ho alcuna intenzione di spendere denaro pubblico per convenzioni con chicchessia  sia per la triste congiuntura economica e sia perché penso di continuare a raggiungere l’obiettivo della comunicazione in modo diretto, appropriato, efficace e chiaro!
 
Con questo metodo a “costo zero”, non ho preclusione di contatto e di utilizzo con nessun organo di informazione. La cosa importante ed inalienabile, però, a cui mai rinuncerò è che sia sempre salvaguardata l’obiettività, la verità dei fatti e il confronto onesto insieme al rispetto assoluto delle persone e dei ruoli istituzionali reciprocamente ricoperti.
 
Grazie per avermi scritto e confidando nella sua già citata onestà, la saluto cordialmente".

 




 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michele D'Ambrosio risponde a un cittadino: sì a trasparenza e comunicazione

BariToday è in caricamento