Santeramo in Colle Santeramo in Colle

Rilancio del mobile imbottito, siglato l'Accordo a Roma

Centouno milioni di euro per la salvaguardia delle imprese del settore,per l'attrazione di nuove iniziative imprenditoriali e per il sostegno al reimpiego dei lavoratori espulsi dalla filiera produttiva

“Firmato l’Accordo di Programma. Buongiorno Murgia! Buongiorno lavoratori e datori di lavoro!”. Con queste parole il sindaco Michele D’Ambrosio annuncia la sottoscrizione ufficiale dell’intesa tra Parti sociali ed Enti Locali per il rilancio del distretto dell’imbottito, avvenuta a Roma.

Un patto sancito presso il Ministero dello Sviluppo economico dal sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico Claudio De Vincenti, dal presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, dal presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e dall'amministratore delegato di Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, Domenico Arcuri. Presenti anche i rappresentanti dei Comuni di Altamura, Santeramo, Ginosa, Laterza, Matera.

Sono stati stanziati 101 milioni di euro per la salvaguardia ed il consolidamento delle imprese operanti nel settore del mobile imbottito, per l'attrazione di nuove iniziative imprenditoriali e per il sostegno al reimpiego dei lavoratori espulsi dalla filiera produttiva nella Murgia. Infatti il Primo cittadino scrive: "Il Governo ha dato gli strumenti, ora tocca alle aziende!". La durata dell'accordo e' di 36 mesi e prevede, complessivamente, un impiego di 40 milioni di euro del Ministero, altri 40 dalla Regione Puglia e 21  dalla Regione Basilicata. Oltre alla dotazione finanziaria, l'accordo prevede che Ministero e Regioni lavorino anche a promuovere accordi con il sistema bancario per facilitare l'accesso al credito da parte delle imprese del Distretto, e con le organizzazioni sindacali e datoriale per intese sull'organizzazione del lavoro che contribuiscano al miglioramento delle performance produttive. Gli enti locali interessati dall'Accordo saranno coinvolti per la realizzazione degli interventi necessari ad ottimizzare il quadro delle infrastrutture per la mobilità ed il sistema della logistica.

Il comparto del mobile imbottito della Murgia, costituito da un numero significativo di aziende specializzate nel settore e collegato tra loro da un sistema di relazioni tendenzialmente stabile e strutturato, e' stato riconosciuto da atti formali delle Regioni Basilicata e Puglia come un'organizzazione di tipo Distrettuale. Il territorio interessato dall'accordo coinvolge quattro Comuni della provincia di Matera (Matera, Montescaglioso, Ferrandina e Pisticci) e nove delle province di Bari e Taranto (Altamura, Cassano Murge, Gioia del Colle, Gravina in Puglia, Modugno, Poggiorsini, Ginosa e Laterza), in base ai rispettivi riconoscimenti regionali. Il coordinamento tecnico e amministrativo per l'attuazione dell'accordo sara' assicurato dal Ministero, che procedera' alla costituzione di un Comitato di coordinamento per l'attuazione dell'Accordo, composto da tre membri (uno per ciascun Ente).

Foto: La mia firma sull'Accordo di Programma.
BUONGIORNO SANTERAMO!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rilancio del mobile imbottito, siglato l'Accordo a Roma

BariToday è in caricamento