Altamura Altamura

Altamura: sequestrati beni per 35 milioni a imprenditore vicino a clan Dambrosio

L'uomo è indagato per indagato per il reato concorso esterno in associazione mafiosa e concorso in estorsione con il defunto boss Bartolo Dambrosio

La Ferrari sequestrata all'imprenditore

Sei edifici, cinque complessi aziendali situati ad Altamura, tre automezzi e tredici quote di società: un patrimonio del valore di 35 milioni di euro, quello sequestrato oggi all'alba dai militari del Comando provinciale della guardia di Finanza di Bari, in collaborazione con il servizio centrale operativo (Scico) delle Fiamme Gialle di Roma.

Il provvedimento di sequestro ha riguardato un imprenditore di Altamura, M.C., ritenuto vicino al clan Dambrosio. L'uomo è infatti indagato per il reato concorso esterno in associazione mafiosa e concorso in estorsione con il defunto boss Bartolo D'Ambrosio ucciso nel 2010 e ritenuto a capo dell'omonimo clan.

Tra i beni sequestrati anche una Ferrari. La potente vettura - secondo quanto accertato dalla procura di Bari - veniva data in prestito dall'imprenditore al defunto boss Bartolo D'Ambrosio (ucciso il 6 settembre 2010 ad Altamura) per ottenere in cambio 'protezione'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altamura: sequestrati beni per 35 milioni a imprenditore vicino a clan Dambrosio

BariToday è in caricamento