Nuovo presidente per il parco nazionale dell'Alta Murgia: è Francesco Tarantini, già alla guida di Legambiente Puglia

La soddisfazione dell'associazione ambientalista dopo il decreto firmato dal ministro Costa: "Riconoscimento per chi lavora ogni giorno per la tutela dell'ambiente" 82 La soddisfazione dell'associazione ambientalista dopo il decreto firmato dal ministro Costa: "Riconoscimento per chi lavora ogni giorno per la tutela dell'ambiente"

E' stata ufficializzata ieri dal ministro dell'Ambiente Costa la nomina del nuovo presidente del parco dell'Alta Murgia, Francesco Tarantini, già presidente di Legambiente Puglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È una splendida notizia sia per il territorio del Parco sia per Legambiente Puglia, da sempre impegnata con i propri circoli nel tutelare e promuovere le aree protette regionali", commenta in una nota l'associazione. "L'iter ha visto un consenso unanime e trasversale raccolto da Francesco Tarantini sul territorio, dimostrando che passione, dedizione e amore portano a fiducia e apprezzamento, al di là degli schieramenti politici. A prevalere è stato un forte senso di appartenenza al Parco, che richiede una guida competente e autorevole. Sappiamo che Francesco Tarantini, così come ha fatto in questi anni alla guida di Legambiente Puglia, creerà nuove sinergie basate su cooperazione e partecipazione, stimolando al tempo stesso una collaborazione con le altre aree naturali protette della Puglia, con particolare attenzione all’aggiornamento della legge regionale n. 19 del 1997 sulle aree protette. La nomina di Francesco Tarantini gratifica Legambiente Puglia in tutte le sue articolazioni, dai volontari, ai circoli, al direttivo e alla Segreteria regionale. È un segno di riconoscimento e apprezzamento per tutti noi che lavoriamo ogni giorno per tutelare l'ambiente. Il nostro impegno sarà da oggi ancora maggiore, con alla base un gruppo dirigente rafforzato e responsabile, che supporterà nei prossimi anni il presidente regionale, fino a quando lo permarrà opportuno e potrà continuare a dedicare il proprio tempo e impegno a Legambiente Puglia".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Incidente sulla Statale 16, moto urta tir e finisce sull'asfalto: centauro travolto da auto e ferito

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento