Ex Rossani, presentata l'intesa per la nuova sede dell'Accademia di Belle Arti

Oggi a Palazzo di Città la presentazione dell'accordo. L'Accademia ristrutturerà a sue spese uno degli edifici dell'ex caserma che ospiterà una sede distaccata della scuola

Non solo un parco pubblico da realizzare attraverso la 'co-progettazione' dei cittadini. Il progetto di riqualificazione dell'ex Rossani, che ha mosso ieri i primi passi con l'ok della giunta alla delibera per la manutenzione straordinaria del verde, prevede anche la nascita di una sede dell'Accademia di Belle Arti in uno degli edifici dell'ex caserma.

Il contenuto dell'intesa è stato illustrato oggi nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città dal sindaco Michele Emiliano e dal direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari Pasquale Bellini. Di fatto l'accordo prevede che uno degli edifici venga messa a disposizione della scuola, che lo ristrutturerà a proprie spese.

"L’intesa si inserisce in un progetto culturale più ampio - ha spiegato il sindaco - che immagina di far vivere luoghi della città ritrovati, come la Caserma Rossani, attraverso la creatività e la partecipazione. La presenza dell’Accademia di Belle Arti è contemporaneamente una necessità, ma anche un simbolo di questa volontà". "Il laboratorio urbano di progettazione vedrà protagonisti i cittadini che potranno progettarne in maniera condivisa il futuro dell’area. Considero questo atto un momento di riconciliazione fra l’Accademia di Belle Arti e la città, e vorrei che oggi si cogliesse il senso del nostro affetto e rispetto nei confronti di questa istituzione”.

Il sindaco ha precisato inoltre che la delibera approvata ieri dalla Giunta consente di sbloccare i 13 milioni di euro, frutto della trattativa col Governo per la complessa operazione immobiliare, destinati alla riqualificazione della Caserma Rossani.

“In tempi brevi - ha detto Emiliano - vorremmo renderla fruibile. Un primo atto creativo riguarderà il destino del muro di cinta per il significato simbolico che riveste. Spesso si dimentica che la nostra civiltà passa attraverso i segni che hanno sempre tracciato la storia dell’uomo”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal direttore dell’Accademia di Belle Arti Pasquale Bellini: “Accolgo con giubilo a nome di tutte le componenti dell’Accademia questa intesa con la città di Bari. Fin dal 1970 l’Accademia di Belle Arti ha avuto dei problemi, nei primi 25 anni fu collocata in una sede precaria e da allora l’istituzione non mai ha avuto la centralità che meritava. Adesso, finalmente, posso dare atto all’Amministrazione comunale e al sindaco Michele Emiliano che c’è stata un’attenzione diversa, una giusta valutazione della più alta istituzione di livello universitario nel campo della arti e della formazione artistica. Con l’approdo in un posto così bello e prestigioso, ci auguriamo che la Caserma Rossani diventi il cuore del polo culturale e artistico di Bari, dell’area metropolitana e dell’intera regione. Una volta attivate le procedure di ripristino e di restauro dell’immobile,  cercheremo di rendere pulsante questo cuore, dando visibilità alla creatività dei giovani che lì potranno aprirsi alla città più di quanto fatto sinora. Grazie Bari”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Il pollo fritto del Kfc arriva a Bari: lavori in corso per il nuovo ristorante della Stazione Centrale

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Stipendi in ritardo e negozio a rischio chiusura, lavoratori di Centro Convenienza in protesta: futuro incerto per 15 dipendenti

Torna su
BariToday è in caricamento