Quattro lettere per raccontare la città: Bari presenta il suo brand

Illustrato, questa mattina, il logo che identificherà il capoluogo pugliese in Italia e nel Mondo. Storia, tradizioni, innovazione, gusto e mare: tutto racchiuso in un marchio

Quattro lettere per racchiudere la storia e l'identità di una città, quattro simboli per altrettanti volti da promuovere, far scoprire e ricordare. E' stato svelato il marchio che identificherà la città di Bari in Italia e nel Mondo, da affiancare per ogni iniziativa turistica, istituzionale ma anche di intrattenimento e svago. Non solo un logo da apporre sui gadget delle vacanze, ma una e vera e propria icona come quelle che identificano le altre grandi città del mondo, a cominciare dal celebre 'I love New York'. Il progetto è frutto della gara bandita da Palazzo di Città e vinta dall'agenzia Push di Noci. Il risultato è rappresentato dalle lettere disposte in quattro quadranti separati da due linee incrociate.

Ognuna ha un significato preciso: la B rappresenta la storia, il folklore e le tradizioni culturali attraverso un segno grafico ispirato a San Nicola. la A simboleggia il mare e le attività connesse rappresentate da una vela. Se la R identifica la gastronomia e il patrimonio del gusto raffigurato dalla mezzaluna di un panzerotto o una focaccia, la I, invece, racchiude modernità e innovazione, come quella del nuovo ponte Adriatico. Lo slogan che accompagnerà il logo è 'never ends', ovvero 'non finisce mai', racchiudendo in poche parole l'essenza dell'intera baresità, tra passato, presente e futuro: "Quella di Bari - ha spiegato il sindaco Decaro -  sembra una storia senza fine ed è stata racchiusa in un brand, in un simbolo che permetterà di far conoscere la città al resto del mondo. E' un tassello all'interno di un mosaico della nostra offerta turistica e va ad aggiungersi alla riqualificazione dei contenitori artistici, la messa in rete dei teatri e dell'offerta culturale cittadina con la guest card, un visitor center, app e portali dedicati Adesso presentiamo il brand per farci conoscere nel mondo".

La campagna vedrà anche tre spot per promuovere il logo, girati in città. Nelle scorse settimane, invece, era stato svelato l'oggetto di design che promuoverà ulteriormente la città ai turisti, ovvero un campanello per la bici: "Bari - aggiunge l'assessore comunale alle Culture, Silvio Maselli - non ha un simbolo forte per identificarla, come la torre Eiffel per Parigi o la Porta di Brandeburgo per Berlino. Per questa ragione si è deciso di puntare sul lettering e abbiamo apprezzato. Nei prossimi mesi il sistema di identità sarà veicolato attraverso Puglia promozione per farlo scoprire ai turisti di tutto il Mondo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

Torna su
BariToday è in caricamento