Accoltellato minorenne e proiettili sparati sulla saracinesca: la polizia chiude una sala giochi a Bitritto, per sette giorni

La disposizione dopo alcuni controlli: scoperte irregolarità sulle autorizzazioni per somministrare cibi e alimenti. Pochi giorni fa una lite è degenerata in un ferimento

La Questura di Bari ha chiuso per sette giorni una sala giochi di Bitritto a causa del "grave allarme sociale" e "pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica". Il provvedimento è scaturito al termine di alcuni controlli effettuati dalla Polizia che hanno ravvisato l'assenza di autorizzazioni a somministrare cibi e bevande, esercitata nel circolo in favore degli iscritti. E' scattata, dunque, una sanzione amministrativa, accompagnata dalla chiusura per una settimana del locale.

La sala giochi, afferma la Polizia, sarebbe frequentata anche da pregiudicati, e non sarebbe nuova ad episodi allarmanti: nel 2017 la saracinesca venne colpita da alcuni proiettili. Pochi giorni fa, invece, una lite cominciata all'interno e terminata con l'accoltellamento di un minorenne, raggiunto da un'arma da taglio. Di qui la decisione della chiusura temporanea del locale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

  • Allarme bomba in piazza Moro, trovato borsone sospetto: l'area è stata transennata

Torna su
BariToday è in caricamento