Japigia, case popolari di via Pitagora: "Il verde? Lo curiamo noi"

Tra le palazzine nelle vicinanze del mercato regna il degrado e gli abitanti si arrangiano come possono: "Vengono a pulire una volta l'anno, siamo stufi". Perna (Movimento Puglia): "Digeronimo ha sollevato il problema in Consiglio comunale, ricevendo risposte positive dall'assessore Galasso"

"Vede questa panchina? L'abbiamo montata noi e viene utilizzata spesso dagli anziani di queste palazzine. Basterebbe così poco per rendere la zona più bella, invece spesso ce la vediamo da soli": a Japigia, nel grande plesso di case popolari non lontane dal mercato di via Pitagora, ci si arrangia col giardinaggio e il fai da te per rendere presentabili le aree a verdi tra le numerose palazzine, sorte negli anni '50 e '60. Degrado e sporcizia la fanno da padroni anche a causa di una scarsissima manutenzione, dovuta a una diatriba sulla pertinenza della manutenzione, tra Comune e Iacp.

A farne le spese, ovviamente, i numerosi abitanti che, ogni giorno devono fare i conti con rifiuti, alberi pericolosi ed erbacce sui marciapiedi, persino un tombino pericolante. Così, alla cura ci pensano proprio gli abitanti: "Facciamo il possibile - racconta un inquilino - , ma non riceviamo alcun aiuto concreto da chi si dovrebbe occupare delle aiuole. Frequentemente i rifiuti vegetali vengono anche smaltiti non regolarmente perché non abbiamo neppure un sostegno dall'Amiu".

Tra via Peucetia e viale Japigia, il coro è quasi unanime sul "poco o nulla" fatto nel corso degli anni, ma qualcosa, seppur lentamente sembra muoversi: "Qualche giorno fa - spiega Angela Perna di Movimento Puglia - la consigliera comunale Desirée Digeronimo ha sollevato la questione facendo riferimento a una convenzione risalente tra Amministrazione cittadina e Iacp, ricevendo una risposta positiva dall'assessore Galasso, in merito alla riapertura del confronto. Ora bisognerà perfezionarla, anche perché molte case sono state riscattate e quindi non più di pertinenza dell'Istituto. Da parte nostra - prosegue - auspichiamo maggiore pulizia e interventi urgenti, specie sugli alberi, alcuni dei quali necessariamente da potare in tempi brevi. Questa storia va avanti da troppo tempo ormai".

A intrecciare le problematiche dell'area, anche quelle del mercato giornaliero di via Pitagora: "Abbiamo chiesto - afferma Perna - all'assessore al Commercio Palone di far rispettare l'orario di chiusura pomeridiano di alcuni locali utilizzati dagli ambulanti, in modo da rispettare la quiete pubblica. In ogni caso, l'augurio è che possa essere completato lo spostamento delle bancarelle, e, in tal senso, l'attuale amministrazione sembra determinata a portarlo a termine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

  • Bari, una scoperta affascinante tra i maestosi palazzi dell’elegante quartiere murattiano e le vie della città nuova

  • Tragedia a Bitritto, colto da malore nel suo negozio: muore commerciante

Torna su
BariToday è in caricamento