Clan Strisciuglio, confermate le condanne per 98 affiliati

La Cassazione ha confermato le le condanne per associazione mafiosa inflitte dalla Corte d'assise d'appello di Bari nell'aprile 2010 nei confronti dei 98 imputati accusati di aver controllato le attività criminali nei rioni Libertà e Carbonara per conto del clan Strisciuglio

Sentenze confermate dalla Cassazione per 98 affiliati del clan Strisciuglio che avevano impugnato le condanne per associazione mafiosa emesse dalla Corte d'assise d'appello di Bari nell'aprile del 2010.

Gli imputati furono arrestati (186 persone in tutto) nel corso di una maxi operazione antimafia avvenuta all'alba del 23 gennaio 2006, infliggendo il primo duro colpo al clan, che fino a quale momento era stato egemone nei quartieri Libertà e Carbonara.

Le condanne più pesanti sono quelle inflitte ai capi del clan:  20 anni per il boss DomenicoStrisciuglio, detto 'Mimmo la Luna' e Nicola D'Ambrogio. Annullata invece la condanna a 18 anni per Giovanni Arciuli, accusato dell'omicidio di Savino Barbetta, compiuto il 23 ottobre 1998. Oltre che per Arciuli la Suprema Corte ha annullato le condanne di altri otto imputati, confermandole per tutti gli altri. Nei confronti di coloro che non sono detenuti, la procura generale di Bari emetterà a breve ordinanze di carcerazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

Torna su
BariToday è in caricamento