Controlli anticriminalità nei quartieri: 12 arresti e 16 denunce

Operazione straordinaria dei carabinieri in collaborazione con la Polizia Municipale per contrastare microcriminalità, reati predatori e spaccio di sostanze stupefacenti, in Centro e nelle zone limitrofe

Dodici arresti e sedici denunce: è il bilancio di un servizio straordinario di controllo dei quartieri baresi effettuato dai Carabinieri in stretta collaborazione con la Polizia Municipale, a contrasto di microcriminalità e spaccio di droga. In particolare, i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato in Piazza Umberto, via Melo, Corso Cavour e Strada Castelluccio un 32enne senegalese, un 30enne sorvegliato speciale barese, un 18enne barese e una 28enne di Bari ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I quattro sono stati sorpresi e bloccati, in differenti circostanze, dopo aver ceduto alcune dosi di hashish, marijuana e cocaina a quattro tossicodipendenti del luogo. Le successive perquisizioni personali e domiciliari hanno consentito di rinvenire e sequestrare 44 grammi di stupefacente tra hashish, marijuana e cocaina. 

In Piazza Moro e sul Lungomare Starita e in via Signorile un 47enne, un 40enne e un 39enne, sorvegliati speciali baresi, sono finiti in manette con l’accusa di violazione degli obblighi: i primi due sono stati controllati in compagnia di persone con precedenti penali mentre l’altro sorpreso fuori dal comune di Adelfia dove aveva l’obbligo di soggiornare.

Nel quartiere San Pasquale stessa sorte è toccata ad un 32enne e un 27enne baresi ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso. I due sono stati intercettati e bloccati dopo aver rubato una Vespa da un garage di via Angiulli. Sottoposti a controllo sono stati trovati in possesso di arnesi da scasso e di chiavi false sottoposti a sequestro mentre la moto è stata restituita all’avente diritto.

Ad una 39enne, un 42enne e un 60enne baresi invece i carabinieri della Compagnia di Bari Centro hanno notificato ed eseguito altrettanti provvedimenti emessi dall’Autorità giudiziaria rispettivamente di revoca della misura degli arresti domiciliari e ripristino della custodia in carcere, di revoca della misura cautelare dell’obbligo di firma e sostituzione con quella degli arresti domiciliari per reiterate violazioni della misura in atto e per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

Delle 16 denunce invece 9 sono per violazione degli obblighi imposti dalla misura della sorveglianza speciale (poiché sorpresi in compagnia di pregiudicati e fuori dalle loro abitazioni in orario non consentito), 1 per detenzione di 23 grammi di hashish, 2 per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, 1 per raccolta di scommesse sportive in assenza di autorizzazione e di licenza (trattasi del titolare di un’agenzia di scommesse del capoluogo che nel corso del controllo all’interno del suo locale è risultato privo delle prescritte autorizzazioni di P.S. con il contestuale sequestro di apparati informatici e ricevute giocate on-line), 1 per furto dalla ex manifattura di tabacchi di materiale ferroso e 2 per guida senza patente;

Per quanto riguarda i controlli effettuati per contrastare i venditori ambulanti illegali e i parcheggiatori abusivi in Piazza Umberto Carabinieri e Polizia Municipale hanno elevato sanzioni per oltre 6mila euro. Un senegalese 28enne sorpreso a vendere scarpe griffate è stato sanzionato per abusivismo commerciale itinerante mentre un etiope 33enne per esercizio abusivo di attività di guardiamacchine con il contestuale sequestro di 80 euro ritenuti provento dell’illecita attività condotta dall’uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Vigilessa 'stagionale' arrestata a Bari: è stata trovata con 50 grammi di eroina

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • 24enne "brutalmente" violentata e minacciata di morte da una gang (forse parte di una setta): chiesti 12 anni al "capo"

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Terremoti e rischio tsunami, nel passato maremoti tra Bari e il Gargano. "Adriatico una casa in cui spostiamo sempre i mobili"

Torna su
BariToday è in caricamento