Inchiesta finanziamento occulto Vigor Trani, Giancaspro torna in libertà: revocati gli arresti domiciliari

Era detenuto in casa dal 11 giugno scorso. Il provvedimento di revoca è stato disposto dal gip tranese Lucia Anna Altamura che ha accolto l'istanza dei difensori di Giancaspro, l'avvocato Raffaele Troiano e il professor Vito Mormando

L'ex patron del Bari calcio, Cosmo Antonio Giancaspro, è tornato in libertà con la revoca degli arresti domiciliari ai quali era sottoposto dallo scorso 11 giugno: l'imprenditore è accusato dalla Procura di Trani di essere tra i promotori di un'associazione a delinquere con finalità di riciclaggio, autoriciclaggio e bancarotta fraudolenta. Il provvedimento di revoca è stato disposto dal gip tranese Lucia Anna Altamura che ha accolto l'istanza dei difensori di Giancaspro, l'avvocato Raffaele Troiano e il professor Vito Mormando.

L'ex proprietario del Bari, in base a quanto sostengono gli investigatori,  avrebbe finanziato da dirigente occulto la Vigor Trani Calcio ottenendo in cambio dal Comune la gestione dello stadio della città della Bat e presunte promesse per ulteriori appalti. Giancaspro venne arrestato il 17 maggio e collocato ai domiciliari dall'11 giugno. L'inchiesta vede coinvolte altre 9 persone, tra cui l'ex sindaco di Trani Amedeo Bottaro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • A folle velocità sulla statale con il lampeggiante acceso sull'auto: 55enne barese fermato nel Brindisino

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Trema la terra in Albania: doppia scossa di terremoto avvertita anche a Bari

  • Week-end del 21 e 22 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento