Filobus Bari-Carbonara, Decaro: “Siamo pronti”

"L'Amtab nominerà a giorni il direttore di esercizio. Entro Natale il servizio potrebbe essere già pronto"

Sarebbe dovuto partire due anni fa. Ma, si sa, i tempi della burocrazia non collimano con quelli dell’annuncio politico e spesso si rimane sospesi in attesa di una qualche schiarita. E’ il caso del filobus che dovrebbe tornare a collegare Carbonara con la stazione centrale di Bari. Condizionale d’obbligo dato che per mesi nessuno ha saputo più nulla, tanto da sollecitare in più di una persona il desiderio di comprendere perché il progetto si fosse bloccato. In realtà, con quasi due anni di ritardo, i lavori per la realizzazione dei filobus sono stati terminati e nei messi scorsi i tecnici del ministero hanno terminato i test di agibilità dei mezzi. Le tratte dei filobus sono due: una collegherà Bari con Carbonara e l’altra Carbonara con Ceglie. I costi sostenuti dall’amministrazione comunale ammontano a 3 milioni e 600mila euro. La scorsa primavera il Comune ha chiesto alla Regione un contributo economico aggiuntivo (470mila euro, ndr) ai circa 20 milioni di euro che ogni anno arrivano nelle casse di Palazzo di Città per gestire l’intero servizio dei trasporti.

“Abbiamo dovuto affrontare una serie di problemi – commenta Decaro -. La Regione si trova in difficoltà in ragione della riduzione dei trasferimenti statali, ma una minima quota di finanziamento sarà erogata”. “Presto – continua il consigliere delegato alla Mobilità” – l’Amtab nominerà il direttore di esercizio che rappresenta una figura professionale prevista per legge e quindi necessaria per avviare il servizio. Dopodiché saranno eseguiti dei corsi di formazione per dipendenti e credo che entro Natale si possa inaugurare in modo ufficiale il filobus”.

Tuttavia, il servizio non partirà a regime. Nonostante i sette mezzi che l’azienda ha parcheggiato nel suo stabilimento, è probabile che la mancanza di ulteriori risorse ad hoc, porterà la municipalizzata a compiere delle scelte: “Se dovesse esserci questa necessità – conclude Decaro – si faranno partire i mezzi in modo alternato, intanto però pensiamo a riavviare il filobus in modo da offrire ai baresi un’alternativa in più per i loro spostamenti quotidiani”. Basteranno due mesi? E’ il caso di far partire il conto alla rovescia e verificare.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Piscitelli Gabriele
    Piscitelli Gabriele

    Credo che sia unaltra vicenda di odore di nulla. In quanto se i mezzi "FILOBUS" parcheggiati nel deposito da come si apprende che sono a "disposizione e parcheggiati credo che rimarranno parcheggiati come i mezzi della Protezione Civile e abbandonati se non sono dotati di alto un proprulsore ausigliario (Motore a Scoppio o a batterie) oltre il motote Eletrico Principale ".

Notizie di oggi

  • Attualità

    L'ulivo di Monopoli non è affetto da Xylella, si restringe l'area cuscinetto nel Barese: escono Conversano e Polignano

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda e si schianta contro marciapiede, incidente alle porte di Ceglie

  • Economia

    Mercatone Uno chiude per fallimento, la rabbia di lavoratori e clienti: negozi chiusi a Bari e Terlizzi

  • Cronaca

    Dopo la 'tregua' torna la pioggia su Bari e provincia: in arrivo nuova ondata di maltempo

I più letti della settimana

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Rapina con sparatoria al Banco di Napoli di viale Salandra: i nomi dei sette arrestati

  • Assalto con sparatoria al Banco di Napoli in viale Salandra: scatta il blitz, sette persone arrestate

  • Mercatone Uno chiude per fallimento, la rabbia di lavoratori e clienti: negozi chiusi a Bari e Terlizzi

  • Rapinano supermercato al Libertà: in due fermati dalla polizia in via Crispi

  • Terremoto nel Nord Barese, sospesi treni sulla Bari-Foggia. Stop anche al traffico delle Fal

Torna su
BariToday è in caricamento