Porto turistico, firmato il protocollo d'intesa Comune-Guardia costiera: "A breve la gara"

Nel documento sono presentate le specifiche progettuali per la realizzazione delle banchine per l'ormeggio delle navi della Guardia costiera al molo San Cataldo. Nel bacino sarà creato anche un approdo per le navi turistiche

Un nuovo passo avanti per la realizzazione del porto turistico barese lungo il molo San Cataldo. Questa mattina è stato siglato in Comune un protocollo d'intesa per la realizzazione della banchina per l’ormeggio delle unità navali maggiori della Guardia Costiera, progetto nell'ambito del quale sarà creato anche il bacino che ospiterà la nuova opera voluta dall'amministrazione.

Il progetto

Il documento è stato firmato dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, dal presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, e dal comandante generale Vincenzo Melone. Al suo interno sono presenti i dettagli relativi al supporto tecnico progettuale necessario alla realizzazione di assetti d’ormeggio e di infrastrutturazioni portuali utili alla sistemazione di unità navali d’altura del Corpo delle Capitanerie di porto. Verrà così realizzata una nuova banchina per l'attracco di tre pattugliatori della Guardia costiera e dei relativi equipaggi. L'infrastruttura permetterà anche al Comune di attrezzare servizi e le opere necessarie all'approdo delle barche turistiche nella stessa area. L'intervento sarà completamente finanziato dal dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed è al momento in fase di progettazione, con la gara he dovrebbe partire a breve.

porto turistico-2

Decaro: "Grande opportunità per la città"

“In tempi brevi - ha dichiarato il sindaco Decaro - siamo riusciti a trovare una soluzione che tiene insieme una triplice soluzione vantaggiosa per la città di Bari: l’ormeggio delle navi da crociera, la presenza delle navi d’altura con la scuola per i piloti e il desiderio della città di realizzare il porto turistico nel molo San Cataldo, nei pressi del quartiere fieristico. Tre grandi opportunità per Bari che intendiamo perseguire e valorizzare. Dal punto di vista dello sviluppo turistico, per noi i crocieristi sono una risorsa importante, lo abbiamo sempre detto, sono una cassa di risonanza per attirare altri turisti attraverso il cosiddetto passaparola". 

06-02-18 siglato protocollo per realizzazione banchina per ormeggio delle navi della Guardia costiera-2
 
“Insieme ai tre pattugliatori - ha spiegato il comandante generale Melone - arriveranno a Bari circa 200 persone di equipaggio e altrettante famiglie che si insedieranno in città. Crediamo questo sia un valore aggiunto per Bari e un vantaggio per i ragazzi di questo territorio, perché il bacino di provenienza del personale del corpo ha un altissima percentuale di pugliesi". 

“Siamo riusciti con grande capacità, attenzione e collaborazione - ha concluso Patroni Griffi - a realizzare una situazione vincente per tutti, soprattutto per la città. Con questo progetto teniamo insieme tutte le aspettative dell’ente locale, dell’Autorità portuale e delle Capitanerie di porto, oltre che dotare la città di una infrastruttura moderna e competitiva e che senza questa collaborazione interistituzionale non avremmo mai avuto”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento