Lavori alle caditoie di via Re David, rotatoria di San Marcello chiusa fino al 19 gennaio

Il rondò sarebbe dovuto tornare praticabile da domani, invece l'Amgas ha riscontrato una perdita dagli impianti e provvederà alla sostituzione di 80 m di tubazioni

Proseguiranno fino al 19 gennaio, i lavori d'installazione di ulteriori caditoie per la raccolta dell'acqua piovana in via Re David, in corrispondenza della rotatoria di san Marcello. Gli interventi, cominciati il 27 dicembre, necessari dopo i ripetuti allagamenti segnalati a seguito delle piogge, sarebbero dovuti terminare domani. Invece, nel corso delle lavorazioni, l'Amgas, durante alcune verifiche sulla sua rete, ha riscontrato una perdita su su via Re David, dovuta all'osbsolescenza degli impianti e della tubazione. Quest'ultima sarà sostituita per un tratto di 80 metri. Successivamente, il Comune potrà effettuare i lavori d'estensione del tronco di fognatura da via Re David a via Toma, in modo da anticipare l'ultima parte delle lavorazioni per ridurre i ristagni d'acqua. 

"Accanto all’installazione di nuovi canali e caditoie, infatti,  - afferma l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - stiamo anche eseguendo un nuovo tronco di fogna bianca su via Re David, oggi dotata di una fogna mista obsoleta e sottodimensionata, direzionando il recapito delle acque pluviali verso un grosso tronco fognario (diametro 1,6 metri) e particolarmente capiente, ubicato in piazzale Locchi, che a sua volta si immette in tronchi via via di diametro maggiore (fino a 2,6 metri) su via Orabona, via Salvemini, via Omodeo, ponte San Pio, via Caldarola per poi terminare nel canale Valenzano. Chiediamo pertanto ai cittadini e a quanti frequentano la zona di portare ancora un po’ di pazienza, consapevoli dei disagi che potrebbero verificarsi con la riapertura delle scuole, a partire da lunedì prossimo. In compenso stiamo realizzando interventi infrastrutturali di fogna bianca che questa zona del quartiere San Pasquale attende da decenni, con cui - conclude - conseguiremo un notevole miglioramento delle condizioni di fruibilità e sicurezza di quest’area specie in occasioni di piogge intense”.

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Branco di lupi assalta allevamento nel Barese: "Decine di capre uccise"

  • Schianto in Tangenziale, auto finisce contro barriere tra Poggiofranco e Carrassi: code e rallentamenti

Torna su
BariToday è in caricamento