Maltrattamenti su bimbi autistici, le educatrici si difendono: "Tecniche di contenimento"

Delle quattro maestre arrestate una ha scelto di non rispondere al gip, le altre avrebbero giustificato i propri comportamenti parlando di 'tecniche terapeutiche' di distrazione e di contenimento

Un frame dei video registrati durante le indagini

Una ha deciso di non rispondere alle domande del gip, le altre tre si sono difese sostenendo che le condotte immortalate dalle telecamere installate dagli investigatori durante le indagini erano 'tecniche di contenimento' dei bambini, non maltrattamenti.

Le quattro educatrici dipendenti del centro di riabilitazione Sant'Agostino, arrestate nei giorni scorsi con l'accusa di maltrattamenti su bimbi e ragazzi autistici loro affidati, sono state ascoltate questa mattina dal gip del Tribunale di Bari Giovanni Abbattista negli interrogatori di garanzia.

Mentre una di loro si è avvalsa della facoltà di non rispondere, le altre si sarebbero giustificate facendo riferimento a tecniche terapeutiche di distrazione e contenimento dei bambini, in parte negando le accuse della Procura.

Secondo le indagni dei carabinieri, le educatrici maltrattavano e strattonavano i bambini, in alcuni casi colpendoli anche con schiaffi, legandoli alle sedie o mettendoli a tacere con un fazzoletto premuto sulla bocca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, in una nota diffusa dai propri legali, l'Istituto Sant'Agostino ha sottolineato di essere parte lesa nella vicenda, assicurando che tutte le prestazioni continueranno ad essere regolarmente erogate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

  • L'estate non decolla su Bari e provincia: in arrivo forti raffiche di vento, nuova allerta meteo

  • La protesta dei 'gilet arancioni' in piazza Prefettura a Bari : "Il governo deve andare a casa"

Torna su
BariToday è in caricamento