Rifiuti abbandonati e roghi, anche un netturbino beccato dai Carabinieri Forestali: "Bruciava spazzatura"

Il caso scoperto dai militari a Bitritto grazie all'installazione di fototrappole: l'uomo è stato denunciato. Altre tre persone sono state deferite all'AG, in altre distinte operazioni

Carabinieri forestali - Foto del web. Nell'articolo: il colonnello Misceo e il capitano Valeria Flore del Nucleo investigativo dei Carabinieri Forestali

Beccati grazie alle 'fototrappole' mentre scaricavano rifiuti, in alcuni appiccando il fuoco per poi dileguarsi. Sono in tutto quattro le persone scoperte e denunciate dai Carabinieri Forestali nell'ambito dell'operazione 'CleanCity', condotta nell'hinterland barese per contrastare il fenomeno dell'abbandono illecito e dell'incendio di rifiuti.

Il caso di Bitritto

Nella rete dei militari è finito anche, a Bitritto, un operatore ecologico. Grazie alle telecamere installate nella zona di viale Kennedy, i carabinieri hanno identificato un mezzo munito di cassone ribaltabile. A bordo un uomo - a quanto pare un netturbino, appunto - che, giunto in prossimità di una zona in cui erano state depositate grosse quantità di rifiuti, appiccava il fuoco, per poi dileguarsi rapidamente. Il soggetto, identificato, è stato denunciato per incendio, inquinamento ambientale e combustione illecita di rifiuti. Le immagini registrate dalle fototrappole sono state trasmesse alla Procura, che indaga sul caso.

I controlli a Loseto

In altri distinti controlli, altre tre persone sono state denunciate per episodi simili. In particolare, a Loseto, in località Lamia, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Agroalimentare e Forestale hanno sorpreso due soggetti che, ripetutamente, in quella zona avevano abbandonato e dato alle fiamme rifiuti, in particolare vecchi mobili, probabilmente ritirati dalle abitazioni di ignari 'clienti' per poi essere illecitamente smaltiti. Un terzo soggetto, un imprenditore edile, è stato denunciato perchè sorpreso ad abbandonare rifiuti speciali non pericolosi, prevalentemente scarti edili, trasportati in bidoni a bordo di un furgoncino, poi sequestrato.

Le attività dei Carabinieri Forestali

"La città di Bari, così come le campagne di molti paesi sono letteralmente infestate da questa criticità costituita dall'abbandono dei rifiuti - 25577419_10204570714863982_1672478328_o-2ha commentato il col.  Giovanni Misceo, Comandante Gruppo Carabinieri Forestale di Bari, presentando in conferenza stampa l'operazione - Attraverso strumenti come le fototrappole stiamo ottenendo risultati positivi. Il loro utilizzo, infatti, ci ha dato la possibilità, di colpire non solo l'abbandono ma proprio il fenomeno della combustione illecita dei rifiuti, cogliendo in flagrante i responsabili". 

Misceo ha poi presentato un bilancio annuale delle attività messe in campo dai Carabinieri Forestali nei diversi campi di competenza, dalla tutela di territorio e foreste - con un impegno che ha visto i Forestali in prima linea, in particolare, nel contrasto agli illeciti nel Parco dell'Alta Murgia - al settore dell'agroalimentare (tra le due operazioni più significative nel 2017, 'Our Milk' e 'Ice Scream'), alla tutela della fauna e delle specie protette.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

Torna su
BariToday è in caricamento