Polo unico della Giustizia a Bari, convocato il tavolo tecnico al Ministero per la realizzazione

L'incontro è in programma il 20 gennaio prossimo e segue alla firma del protocollo per lo stanziamento dei fondi dei lavori. Decaro: "Ora servono passi più spediti e decisi"

Bisognerà aspettare il 20 gennaio prossimo per fare un nuovo passo avanti nella realizzazione del Polo unico della Giustizia di Bari. Alle 15 si terrà infatti la riunione del tavolo tecnico nella sede del Ministero della Giustizia che darà avvio alla fase operativa per l'avvio dei lavori, che segue al protocollo d'intesa sottoscritto a luglio scorso, che ha permesso lo sblocco dei 94 milioni di euro di finanziamento per dotare il capoluogo di una struttura che riunisca tribunale e procura dopo la 'soluzione tampone' dell'ex palazzo Telecom di via Dioguardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfazione del sindaco Decaro, al quale è stata notificata la convocazione delle riunione: "È importante aver ricevuto questo segnale, a cui però devono seguire dei passi più spediti e più decisi - spiega - Bisogna indire nel più breve tempo possibile la gara per la progettazione, in modo da non sprecare ulteriore tempo e garantire l’utilizzo delle risorse già stanziate. Questo è un segnale che il Governo deve a questa città e a tutti gli operatori della giustizia, dai magistrati, agli avvocati e a tutti gli addetti del sistema giudiziario che, seppur in condizioni difficili, continuano a garantire un impegno straordinario sul fronte della legalità e del rispetto delle regole". La notizia della prima riunione del tavolo tecnico arriva nel giorno in cui a Bari si contano 600 giorni dalla dichiarazione di inagibilità per rischio crollo dell’ex Palagiustizia di via Nazariantz e quindi dall’inizio dell’emergenza per l’edilizia giudiziaria barese, finita prima nelle tende e poi, dopo lo sgombero di via Nazariantz, in diverse sedi provvisorie a Bari e in provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

  • Traffico di droga, spaccio e auto rubate: blitz dei carabinieri nel Barese, sei arresti

Torna su
BariToday è in caricamento