"Questo parcheggio è roba nostra": minacce a titolare di un lido a Santo Spirito, 2 arresti

In manette due presunti abusivi: l'estate scorsa avrebbero intimato al gestore di uno stabilimento balneare e a un suo dipendente di lasciare loro la gestione dei posti auto

I carabinieri hanno arrestato due pregiudicati del quartiere San Paolo accusati di estorsione continuata in concorso: secondo i militari avrebbero minacciato il gestore di un lido di Palese e un parcheggiatore da lui regolarmente assunto, 'colpevoli' di non aver permesso loro di svolgere l'attività di abusivi: "Noi dobbiamo mangiare qua - avrebbero detto ai malcapitati -. È tutta roba nostra! Siamo del San Paolo e dobbiamo gestire tutti i parcheggi, da qui a Santo Spirito!”. In manette sono finiti Francesco Vincotto, 42 anni e Saverio Losurdo: gli episodi risalirebbero a giugno scorso. In particolare, i due si sarebbero rivolti in tono minaccioso al regolare posteggiatore: “Tu di qua te ne devi andare! Vai a fare il parcheggiatore al tuo paese! Questa è zona nostra!”, presentandosi poi per diverse sere consecutive nonostante un primo intervento dei carabinieri. Il comportamento dei due avrebbe portato alla rinuncia del posto di lavoro da parte del parcheggiatore assunto, nonché alla rinuncia, da parte del titolare del lido, a rinunciare all'organizzazione di eventi serali. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento