Aiuta un'anziana a portare a casa le buste della spesa e poi la violenta: 26enne in carcere

La 73enne è al momento ricoverata in ospedale per le ferite riportate: l'uomo l'avrebbe picchiata prima del presunto stupro

Si sarebbe offerta di accompagnarla a casa per portarle la spesa e, una volta lì, l'avrebbe prima picchiata e poi violentata. Questa la ricostruzione dei carabinieri di Gioia del Colle relativa all'episodio denunciato da una 73enne venerdì scorso, finita in ospedale al Miulli per le ferite riportate durante il presunto stupro.

La ricostruzione della vicenda

Tutto sarebbe iniziato davanti ad un supermercato di Gioia dove l'aggressore, un nigeriano 26enne, era solito chiedere l'elemosima. All'arrivo della donna, secondo quanto raccontato da quest'ultima, l'uomo le ha dato una mano con le buste della spesa e insieme hanno raggiunto l'abitazione della 75enne. A quel punto sarebbe partita la violenza: prima calci e pugni, poi lo strupro. Il nigeriano poi sarebbe tornato davanti al supermercato come era solito fare ogni mattina. La donna è poi riuscita a chiamare il figlio per chiedere aiuto ed è stata trasportata da quest'ultimo all'ospedale Miulli di Acquaviva. Secondo le prime informazioni sarebbe in condizioni gravi viste le ferite riportate.

I carabinieri sono riusciti a risalire all'identità del presunto aggressore e ad arrestarlo. Il nigeriano, che sarebbe un ospite del Cara di Palese, è in carcere a Bari, accusato di violenza sessuale aggravata e lesioni personali. È in attesa che il fermo venga convalidato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale barese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • Stroncato dal coronavirus a 44 anni: l'addio di amici e colleghi per Luca Tarquinio Coletta, 'gigante buono' della Multiservizi

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

Torna su
BariToday è in caricamento