Schiaffi e pugni a un 20enne per farsi consegnare cellulare e portafogli: arrestato un minorenne

La violenta rapina ha visto anche la partecipazione di due giovanissimi, tra cui un 14enne. La vittima è stata seguita fin sopra l'autobus, dove è stata percossa nuovamente

Finiscono in manette un minorenne, ritenuto responsabile in concorso con un 14enne di una rapina aggravata ai danni di un ragazzo nella periferia di Bari. A eseguire l'ordinanza di custodia cautelare, i carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, che hanno poi trasferito il minorenne - l'unico imputabile - all'istituto di detenzione minorile 'Fornelli'.

La rapina

I fatti si riferiscono alla rapina ai danni di un 20enne messa in atto da tre minorenni. Alla vittima, scelta in modo casuale, veniva inizialmente richiesto in prestito il cellulare per una chiamata, per poi tentare di sottraglierlo poco dopo. Al rifiuto del ragazzo, i tre lo hanno prima picchiato con schiaffi e pugni e poi lo hanno inseguito all'interno di un autobus, dove è continuato il pestaggio.

La vittima, vistasi braccata, aveva lasciato l'autobus poco prima che ripartisse da una fermata vicino alla sua abitazione, sperando che i tre non lo inseguissero. I rapinatori non hanno però mollato il colpo e, dopo aver forzato la chiusura automatica delle porte del mezzo, sono scesi e hanno di nuovo fermato il 20enne, costringendolo a consegnare il portafogli con all'interno denaro e carte di credito. Da questo hanno prima rimosso i soldi e poi hanno costretto la vittima a fornire il pin delle carte. Azione criminosa che non si è consumata grazie all'intervento di un passante, che ha messo in fuga i tre. Poco dopo il giovane veniva soccorso dai sanitari che ne riscontravano le contusioni patite a causa delle violente percosse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre sono stati poi identificati grazie alle indagini dei carabinieri, che hanno ricostruito il percorso della vittima usufruendo delle videoregistrazioni di telecamere di videosorveglianza presenti sul luogo e le testimonianze di persone che hanno assistito ai fatti. Solo per uno di loro, però, vista la giovane età del 'commando', è scattata l'ordinanza di custodia cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

  • Le Frecce Tricolori arrivano a Bari. Sorvolo in mattinata, la Prefettura: "Evitate gli assembramenti"

Torna su
BariToday è in caricamento