Pesca 'proibita' a San Giorgio: sequestrati 60 kg di oloturie, multa salata per un sub

Controlli della Guardia Costiera sul litorale sud di Bari. Il pescato è stato sequestrato e rigettato in mare: gli esemplari, forse destinati al mercato asiatico, erano ancora vivi

La Guardia Costiera di Bari ha sequestrato più di 60 kg di oloturie, specie protetta la cui pesca è vietata, assieme alla detenzione e allo sbarco. I militari hanno monitorato nella notte sul litorale sud, in zona San Giorgio l'attività di pesca subacquea di un sub, in azione con bombole e in un orario non consentito. Sulla barca aveva stipato un ingente quantitativo di oloturie, comunemente chiamate 'cetrioli di mare' probabilmente destinate all'estero. La specie marina, infatti, è  enormemente richiesta nei mercati asiatici. Il tutto è stato sequestrato e rigettato in mare: gli esemplari, infatti, erano ancora vivi. Requisita anche l'attrezzatura utilizzata dal trasgressore, per il quale è scattata una multa da 2 mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Crollano calcinacci dal cavalcavia della SS16, danni alle auto: tratto chiuso al traffico

  • Punito e ucciso per uno 'sgarro' nello spaccio: condanna a dieci anni per l'omicidio di Vessio

Torna su
BariToday è in caricamento