Tedesco, la Cassazione respinge il ricorso. Restano i domiciliari

La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla difesa del senatore contro la decisione del Riesame che il 20 aprile convertì l'arresto in carcere in arresti domiciliari

Niente revoca degli arresti domiciliari per il senatore Alberto Tedesco, ex assessore alla Sanità nella prima giunta Vendola, arrestato nell'ambito di una delle inchieste sulla sanità pugliese. La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalla difesa di Tedesco contro la decisione del tribunale del riesame, che il 20 aprile scorso convertì in arresti domiciliari la pena di detenzione in carcere disposta dal gip nel mese di febbraio.

Di fatto comunque la misura cautelare a carico di Tedesco non è stata mai eseguita, in attesa dell'autorizzazione a procedere del Senato. Entro la prossima settimana il Tribunale del Riesame dovrà decidere anche sull'appello presentato dalla Procura di Bari contro la decisione del gip di non riconoscere, per i fatti imputati a Tedesco (corruzione, concussione, turbativa d'asta, abuso d'ufficio e falso in relazione a presunti appalti truccati e nomine di vertici Asl) anche il reato di associazione a delinquere.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento