Tenta il suicidio nel carcere di Bari, salvato dalla polizia penitenziaria

L'episodio, avvenuto ieri, segue di pochi giorni un tentativo simile avvenuto nel penitenziario di Lecce. Il sindacato autonomo della polizia penitenziaria punta il dito contro il problema del sovraffollamento

Un nuovo tentativo di suicidio da parte di un detenuto è avvenuto ieri sera nel carcere di Bari, a pochi giorni di distanza dall'episodio che si era verificato nel penitenziario di Lecce. Il fatto ha rappresentato per il sindacato autonomo della Polizia penitenziaria, OSAPP, l'occasione giusta per riaprire il dibattito sulla questione del sovraffolamento delle carceri italiane. Mimmo Mastrulli, vice segretario nazionale del sindacato, ha commentato che "Il premier dovrebbe utilizzare le navi per lo sfollamento dei detenuti dalla Puglia, cioé lo stesso provvedimento degli immigrati di Lampedusa". Attualmente il penitenziario di Bari ospita 606 detenuti, contro la capienza regolamentare di 296 posti letto. Da tempo, ha aggiunto inoltre Mastrulli, l'OSAPP denuncia la cronica carenza degli organici chiedendo l'invio di un Commissario straordinario, scontrandosi tuttavia con l'indifferenza del potere centrale e regionale verso le esigenze della categoria.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Incidente sulla Statale 16, moto urta tir e finisce sull'asfalto: centauro travolto da auto e ferito

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

  • La lite condominiale finisce a colpi di coltello: donna ferita alle braccia

Torna su
BariToday è in caricamento