Truffa al Fisco: arrestato imprenditore edile, denunciati due prestanomi

Agli arresti domiciliari un imprenditore 46enne. Per il suo consulente fiscale, accusato di aver favorito la truffa, è scattato il provvedimento di interdizione dalla professione, mentre altri due uomini sono stata denunciati con l'accusa di aver fatto da prestanomi all'imprenditore

False fatture per gonfiare i costi sostenuti dalla sua impresa di costruzioni e pagare meno tasse, evadendo l'iva da versare. Era questo il sistema alla base delle frode fiscale scoperta dai militari del nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza, che hanno arrestato questa mattina un imprenditore edile barese 46enne.

LE PERSONE COINVOLTE - Insieme all'uomo, sottoposto agli arresti domiciliari, altre tre persone coinvolte nell'operazione della Guardia di Finanza. Una di queste, il consulente fiscale dell'imprenditore, è stato raggiunto da un provvedimento di interdizione della professione, in quanto la sua complicità avrebbe avuto un ruolo essenziale nell'organizzazione della frode. Altri due uomini invece sono stati denunciati in quanto avrebbero agito in qualità di prestanomi dell'imprenditore.

IL SISTEMA DELLA TRUFFA - Attraverso le società "cartiere" (ovvero società fittizie, senza nessun capitale sociale versato, totalmente prive di liquidità e contabilità reale), intestate ai due prestanomi, l'imprenditore emetteva false fatture attestanti costi inesistenti sostenuti dalla sua azienda, grazie alle quali riduceva limporto dell'IVA da versare al Fisco. Il consulente fiscale, attraverso sofisticati accorgimenti, manometteva poi la contabilità delle imprese coinvolte - quella reale e quelle fittizie - attestando la veridicità delle operazioni fiscali che avvenivano attraverso l’emissione delle false fatturazioni. Nel corso delle operazioni sono stati anche sequestrati conti correnti per un valore di 105.000 euro, pari all'imposta evasa nel periodo della truffa, ovvero dal 2004 al 2008.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento