Cantiere multicinema bloccato, la protesta degli ex dipendenti della Fiera: "Da anni attendiamo di lavorare"

Davanti al Comune la protesta di una decina di lavoratori: in base a un intesa avrebbero dovuto lasciare l'ente per essere riassunti nella nuova struttura che, al momento, non ha tempi certi per l'apertura

Doveva essere pronto già da alcuni anni ma, allo stato attuale, c'è un cantiere lasciato a metà: è quello che dal 2013 accade alla Fiera del Levante dove è bloccata, per ora, la costruzione di un cinema Multisala che avrebbe dovuto dare lavoro anche a una parte di ex dipendenti dell'Ente, come da accordi raggiunti negli scorsi anni. 

La protesta davanti al Comune

Il gruppo di lavoratori, stamane, ha organizzato una manifestazione (stoppata dalla Digos perchè senza richiesta d'autorizzazione) davanti al Comune, per chiedere di sbloccare una situazione ormai divenuta insostenibile. L'area dell'ex padiglione 22 è allo stato attuale un piccolo deserto con una gru. A gestire il cinema doveva essere la società Stardust che siglò un'intesa con la Fiera per realizzare la struttura. Un punto di riferimento importante per l'intrattenimento e con l'obiettivo di rivitalizzare il quartiere fieristico: al momento, però non c'è chiarezza su quando il cantiere sarà terminato.

"Senza sostegno al reddito da due anni"

I lavoratori, circa una decina, si appellano alle istituzioni per risolvere la questione. L'intesa raggiunta nel 2013 fu uno dei passi decisivi nel salvataggio complessivo dell'Ente. L'accordo, consentiva infatti ai vecchi dipendenti di FdL di poter essere assunti direttamente dalla nuova società se avessero accettato di lasciare la Fiera. Per questa ragione hanno svolto anche corsi formativi della Regione per apprendere un lavoro diverso da quello fatto negli anni. Al momento, però, restano senza reddito, dopo aver esaurito due anni di Naspi. Dal 2017, fondamentalmente, non avrebbero più sostegno economico: "Il cantiere - spiega un ex dipendente della Fiera - è fermo al piano interrato e non capiamo il perchè. Sono ormai 4 anni che aspettiamo l'apertura del Multisala". L'intesa, secondo quanto spiegano i lavoratori, avrebbe previsto incentivi all'azienda sul canone di locazione per un periodo di diversi anni, in caso di assunzione di ex personale della Fiera. Nel frattempo, le assunzioni sono slittate di anno in anno. Il paradosso, spiega l'ex dipendente, è che "potremmo rientrare a lavorare in Fiera per la clausola di salvaguardia ma dovremmo essere prima licenziati dalla Stardust. Al momento non siamo stati neppure assunti". Un passaggio confermato dal giudice del lavoro che, ad agosto scorso, rigetto il ricorso dei lavoratori, confermando lo schema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxitamponamento a catena sulla Statale 16 a Palese: diversi feriti, traffico in tilt

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • Nunzia superstar a New York: le orecchiette di Bari Vecchia conquistano il 'Travel Show'

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

Torna su
BariToday è in caricamento