Walter Malosti in scena al Teatro Kismet con “Shakespeare/sonetti”

Dopo “Venere e Adone” e “Lo stupro di Lucrezia” Valter Malosti conclude nel migliore dei modi la sua trilogia sullo Shakespeare “non teatrale” con “Shakespeare/sonetti”. Enigma filologico, impenetrabile documento, lettera d’amore a un destinatario sconosciuto, i Sonetti di Shakespeare diventano qui a pieno titolo uno dei testi teatrali shakespeariani: forse l’unico monologo della sua teatrografia. Lo spettacolo sarà in scena sabato 23 e domenica 24 febbraio, ore 21, al teatro Kismet – Opificio delle arti di Bari, per la stagione “Farsi Mondo”, a cura di Teresa Ludovico.

La versione italiana e l’adattamento teatrale è a cura di Fabrizio Sinisi e Valter Malosti; regia Valter Malosti; coreografie Michela Lucenti; in scena Valter Malosti, Michela Lucenti Maurizio Camilli, Marcello Spinetta ed Elena Serra; scene e costumi Domenico Franchi; luci Cesare Agoni; canzoni Domenico Modugno; progetto sonoro Valter Malosti; suono Edoardo Chiaf, Fabio Cinicola, Jacopo Bertoli; assistente alla regia Elena Serra

Produzione: TPE - Teatro Piemonte Europa CTB Centro Teatrale Bresciano Teatro di Dioniso.

Un clown bianco in una scena dominata dal buio, è il Narratore dei Sonetti, Malosti interpreta un personaggio clownesco e sboccato, straziante e disperato, di allucinata modernità.
Il regista e attore piemontese concentra ed amplifica la forza evocativa dei sonetti, adattati al suo inconfondibile linguaggio visivo e alla sua grande capacità di sperimentatore e creatore di nuove suggestioni anche sonore. L’ordine dei componimenti viene ricostruito in una nuova lingua e una nuova drammaturgia, un complesso romanzo d’amore con quattro figure e una sola voce.

Enigma filologico, impenetrabile documento, lettera d’amore a un destinatario sconosciuto, i Sonetti di Shakespeare diventano qui a pieno titolo uno dei testi teatrali shakespeariani: forse l’unico monologo della sua teatrografia. L’ordine dei componimenti viene ricostruito in una nuova lingua e una nuova drammaturgia, un complesso romanzo d’amore con quattro figure e una sola voce: con il Narratore dei Sonetti Shakespeare crea infatti uno dei suoi grandi protagonisti, un personaggio clownesco e sboccato, straziante e disperato, di allucinata modernità. Una fra le più complesse e grandiose opere di poesia dell’età moderna diventa in questo spettacolo un altare sacrificale, un evento di grazia e furore, canto e lamento, beffa e bestemmia, che anticipa i grandi canzonieri d’amore del Novecento, da Auden a Pasolini, da Salinas a Testori. Con Shakespeare/ Sonetti Valter Malosti conclude nel migliore dei modi la sua trilogia sullo Shakespeare “non teatrale” iniziato con Venere e Adone e Lo stupro di Lucrezia.

BOTTEGHINO:
intero 18 euro
ridotto* 15 euro
online** 12 euro

* per studenti under 26, over 65, soci Coop+1 accompagnatore, possessori di Carta Più Feltrinelli, abbonati alla stagione del Teatro Comunale di Bari, abbonati alla stagione della Fondazione Petruzzelli, Cral e associazioni convenzionate.
** su www.vivaticket.it

Biglietti acquistabili presso:
- Teatro Kismet, strada San Giorgio Martire 22/F
[tel. 080 579 76 67; dal lunedì al venerdì, ore 17.00-20.00]
- Infopoint turistico, Piazza del Ferrarese, 29
[tel. 080 524 2244; tutti i giorni, ore 10.00-13.00 e 15.00-19.00]
- Cittadella degli artisti Molfetta, Via Bisceglie 775
[tel. 080 338 70 82; tutti i giorni tranne il lunedì, ore 17.00
-20.00]
- tutti i punti vendita Vivaticket, tra cui Box Office/La Feltrinelli Bari, con una maggiorazione sul costo del biglietto.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Sul canale youtube del Tpp tutti gli spettacoli del “Puglia Showcase Kids” raccontati dalle compagnie

    • dal 12 maggio al 12 giugno 2020
    • canale YOUTUBE del TPP

I più visti

  • N.0 gallery - street art lab visiting

    • Gratis
    • dal 23 ottobre 2019 al 23 ottobre 2020
    • n.0 GALLERY
  • Nuovi sapori da Panacea a Modugno

    • dal 29 al 31 maggio 2020
    • Panacea Ristròt dal 2017
  • Riapre al pubblico la Fondazione Pino Pascali con 55 Love del Premio Pino Pascali Zhang Huan

    • dal 26 maggio al 30 giugno 2020
    • Fondazione Museo Pino Pascali
  • La Rete Civica Urbana di Carrassi, San Pasquale, Mungivacca non si ferma: le attività si trasformano da fisiche a online

    • dal 4 al 31 maggio 2020
    • online
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento