L'assessore Di Gioia annuncia le dimissioni: "Emiliano gestisce la regia politica in materia agricola"

Amaro messaggio su Facebook dell'esponente della Giunta regionale: "L'incontro a Roma sarà il mio ultimo atto politico". Emiliano gli chiede, rispondendo al post, di ripensarci

"Il prossimo mercoledì parteciperò a Roma all’incontro convocato dal ministro Gian Marco Centinaio e lo farò per onorare fino in fondo l’impegno assunto con gli agricoltori pugliesi e per risolvere, così come ho promesso sin da subito, la questione delle gelate di febbraio e marzo 2018". Inizia così il post pubblicato ieri sera su Facebook dall'assessore regionale alle Politiche agricole, Leonardo Di Gioia, che prosegue poi con un annuncio inaspettato, quello delle sue dimissioni: "Sarà questo il mio ultimo atto politico - scrive . come componente della Giunta regionale".

Il componente della Giunta ha voluto così mostrare la sua vicinanza agli agricoltori che ieri hanno partecipato alla protesta dei 'Gilet arancioni' a Bari, ma al contempo condannare le decisioni prese autonomamente dal governatore Emiliano dopo l'incontro nel pomeriggio in Presidenza:

in considerazione del fatto che, come nelle sue prerogative, il presidente Emiliano ha avocato a sé la regia politica sulla materia agricola e comunicato l’istituzione di un tavolo presso la presidenza dedicato al PSR, alla Xylella, alle gelate 2018, al patto della Puglia.

E annuncia una conferenza stampa venerdì prossimo per spiegarne bene i motivi, anche se nel messaggio al vetriolo è chiaro cosa abbia tanto disturbato l'assessore foggiano.

Emiliano: "Non ho avocato nulla su di me "

Una crisi politica che lo stesso governatore ha provato a risolvere pubblicamente, rispondendo lui stesso al messaggio su Facebook di Di Gioia. "Stasera non ho avocato nulla, ci mancherebbe - scrive Emiliano - La registrazione te lo confermerà. D’altra parte il presidente, come tu dici bene, non ha bisogno di avocare nulla, disponendo insieme alla giunta, totalmente della funzione di indirizzo politico. Ho ricevuto i manifestanti nonostante la mia grave indisposizione di salute e con molte ore di anticipo Ti ho chiesto di essere con me nel corso dell’incontro. Ma un grave lutto di famiglia te lo ha impedito".

E davanti al popolo dei social, chiede all'assessore un dietrofront:

Bisogna combattere non solo andando a Roma venerdì, ma portando a termine il nostro compito fino all’ultimo giorno del nostro mandato. Se le mie condizioni di salute me lo consentiranno ti accompagnerò a Roma dal Ministro Centinaio, speriamo per festeggiare un risultato positivo del tuo lavoro. Dormici su e svegliati con nuova energia.

Se il messaggio abbia sortito il suo effetto non è dato saperlo, visto che la replica dell'assessore - su Facebook o con una nota ufficiale - non è ancora arrivata.

Potrebbe interessarti

  • Estate 2019 tra cibo e cultura: sagre, festival e manifestazioni di Bari e provincia

  • Spaghettata di San Giovanni: tradizione e semplicità in pochi ingredienti

  • Bari Wireless: come navigare gratuitamente su Internet con un proprio PC portatile o smartphone

  • Menta, pepe di Cayenna, aglio e altri rimedi naturali per allontanare le formiche

I più letti della settimana

  • Si avvicina all'auto e tenta di portar via un bimbo di 5 anni: bloccato dai carabinieri

  • Dopo il bagno a Pane e Pomodoro, la brutta sorpresa: "Sparita la borsetta con soldi e cellulare"

  • Da Bari a Savona con camera da letto, pensili e bici sul tetto dell'auto: fermato automobilista nel Modenese

  • Tornano le aperture serali dei mercati settimanali: a luglio e agosto bancarelle al calar del sole

  • Scontro sulla statale 16: quattro veicoli coinvolti, traffico rallentato in direzione sud

  • "Scippata della borsa" a due passi dl lungomare: giovane studentessa derubata di soldi e documenti

Torna su
BariToday è in caricamento