L'assessore Di Gioia annuncia le dimissioni: "Emiliano gestisce la regia politica in materia agricola"

Amaro messaggio su Facebook dell'esponente della Giunta regionale: "L'incontro a Roma sarà il mio ultimo atto politico". Emiliano gli chiede, rispondendo al post, di ripensarci

"Il prossimo mercoledì parteciperò a Roma all’incontro convocato dal ministro Gian Marco Centinaio e lo farò per onorare fino in fondo l’impegno assunto con gli agricoltori pugliesi e per risolvere, così come ho promesso sin da subito, la questione delle gelate di febbraio e marzo 2018". Inizia così il post pubblicato ieri sera su Facebook dall'assessore regionale alle Politiche agricole, Leonardo Di Gioia, che prosegue poi con un annuncio inaspettato, quello delle sue dimissioni: "Sarà questo il mio ultimo atto politico - scrive . come componente della Giunta regionale".

Il componente della Giunta ha voluto così mostrare la sua vicinanza agli agricoltori che ieri hanno partecipato alla protesta dei 'Gilet arancioni' a Bari, ma al contempo condannare le decisioni prese autonomamente dal governatore Emiliano dopo l'incontro nel pomeriggio in Presidenza:

in considerazione del fatto che, come nelle sue prerogative, il presidente Emiliano ha avocato a sé la regia politica sulla materia agricola e comunicato l’istituzione di un tavolo presso la presidenza dedicato al PSR, alla Xylella, alle gelate 2018, al patto della Puglia.

E annuncia una conferenza stampa venerdì prossimo per spiegarne bene i motivi, anche se nel messaggio al vetriolo è chiaro cosa abbia tanto disturbato l'assessore foggiano.

Emiliano: "Non ho avocato nulla su di me "

Una crisi politica che lo stesso governatore ha provato a risolvere pubblicamente, rispondendo lui stesso al messaggio su Facebook di Di Gioia. "Stasera non ho avocato nulla, ci mancherebbe - scrive Emiliano - La registrazione te lo confermerà. D’altra parte il presidente, come tu dici bene, non ha bisogno di avocare nulla, disponendo insieme alla giunta, totalmente della funzione di indirizzo politico. Ho ricevuto i manifestanti nonostante la mia grave indisposizione di salute e con molte ore di anticipo Ti ho chiesto di essere con me nel corso dell’incontro. Ma un grave lutto di famiglia te lo ha impedito".

E davanti al popolo dei social, chiede all'assessore un dietrofront:

Bisogna combattere non solo andando a Roma venerdì, ma portando a termine il nostro compito fino all’ultimo giorno del nostro mandato. Se le mie condizioni di salute me lo consentiranno ti accompagnerò a Roma dal Ministro Centinaio, speriamo per festeggiare un risultato positivo del tuo lavoro. Dormici su e svegliati con nuova energia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se il messaggio abbia sortito il suo effetto non è dato saperlo, visto che la replica dell'assessore - su Facebook o con una nota ufficiale - non è ancora arrivata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

Torna su
BariToday è in caricamento