Trasloco completato e prime riunioni di Commissioni: operativa la nuova sede del Consiglio Regionale della Puglia

L'edificio di via Gentile è stato aperto ai primi uffici e alle sedute dei vari settori amministrativi. Nei prossimi giorni, invece, dovrebbe tenersi la prima riunione dell'Assemblea

Foto Consiglio Regionale Pugliese fb

Da ieri, con le prime riunioni delle Commissioni consiliari, è cominciata l'opratività amministrativa della nuova sede della Regione Puglia, in via Gentile a Japigia. Un'avveniristica 'casa di vetro' al centro delle polemiche, nelle settimane precedenti, per il caso delle 'plafoniere d'oro' e per alcuni problemi legati alla forte pioggia dei giorni scorsi. Il palazzo ospiterà la sede del Consiglio regionale, le Commissioni e diverse istituzioni regionali: "Il Consiglio regionale della Puglia, dopo essere stato 50 anni in alcuni appartamenti di proprietà privata - spiega il governatore Michele Emiliano - finalmente si è trasferito nell’edificio che ci permetterà di risparmiare milioni di euro ogni anno. Questo è un edificio moderno e compatibile con l’ambiente.  E’ un esempio che è stato portato dalla Regione Puglia anche all’Unione Europea e quindi ci auguriamo che i controlli che sono in corso vengano rapidamente conclusi. Qui nessun pagamento è stato effettuato, ho bloccato ogni pagamento: se ci sono stati degli errori nella determinazione dei prezzi nessun danno si è ancora verificato”.

"Disdetti numerosi contratti d'affitto, risparmio da 1,8 milioni di euro l'anno"

“Abbiamo portato a termine il trasferimento senza grossi problemi - ha aggiunto il presidente dell’Assemblea, Mario Loizzo - gli uffici hanno iniziato l’attività nella nuova sede già da qualche giorno ed oggi, con le sedute di tre commissioni, ha preso avvio ufficialmente l’attività legislativa”. Nei prossimi giorni sarà completato l’allestimento della sala consiliare, da cablare e attrezzare per le votazioni e la registrazione dei voti:  “Non appena saremo certi della funzionalità, convocheremo il primo Consiglio regionale - ha rimarcato Loizzo -. Dopo quasi cinquant’anni, finalmente una sede degna di questo nome: mi sembra accogliente, molto funzionale, sotto questo aspetto avremo tanti vantaggi, in aggiunta alla minor spesa di 1 milione 800 mila euro, che pagavamo annualmente per le vecchie sedi, del Consiglio, della Biblioteca, del Corecom, dei Garanti. Va considerato anche un significativo risparmio energetico, assicurato da tecnologie avanzate per il riscaldamento e il condizionamento”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

Torna su
BariToday è in caricamento