Screening gratuiti per prevenire il tumore al colon retto: lettere in arrivo per i pugliesi dai 50 ai 69 anni, kit in farmacia

L'iniziativa vede il coinvolgimento delle farmacie pubbliche e private con un accordo sottoscritto da Federfarma Puglia, Assofarm Puglia e Ordine dei Farmacisti pugliese

La Regione Puglia ha avviato un programma di screening del tumore del colon retto, destinato alla popolazione tra i 50 e i 69 anni. L'iniziativa vede il coinvolgimento delle farmacie pubbliche e private con un accordo sottoscritto da Federfarma Puglia, Assofarm Puglia e Ordine dei Farmacisti pugliese.

I cittadini saranno contattati con una lettera e potranno rivolgersi alle farmacie per la consegna del kit d'esame. In caso di analisi sospette, saranno contattati cotelefonicamente dalle Asl di competenza per proseguire con esami più specifici. Il tutto gratuitamente, in modo da evitare prenotazioni e liste di attesa. Dopo tre mesi dall'avvio dello screening del colon retto ci sono già 50mila persone contattate: oltre 5mila di loro hanno già effettuato il test e per oltre 700 è stato necessario avviare una fase di secondo livello.

“Abbiamo riavviato – ha detto il presidente Emiliano intervenendo in conferenza stampa - tutti gli screening sui tumori più pericolosi, i cosiddetti “big killer”. Per il colon retto lo stiamo realizzando con modalità innovative, attraverso anche l'aiuto delle farmacie che raccolgono i campioni da analizzare tra i cittadini. Grazie a questo screening abbiamo già suggerito a moltissimi pugliesi di approfondire gli esami, che possono essere programmati e più veloci. Abbiamo individuato l'insorgere di tumori sui quali siamo intervenuti rapidamente. Tutto questo è stato organizzato in pochissimo tempo, grazie anche alla collaborazione dei farmacisti che ci stanno dando anche una mano enorme a contrastare lo spreco dei farmaci. Screening e risparmi ci stanno consentendo di fare concorsi e stabilizzazioni, uscendo dal blocco delle assunzioni del 2001 che ci aveva messo in gravissima difficoltà”.

Per il presidente “è importante rafforzare nei cittadini una cultura della prevenzione: gli screening oncologici sono prestazioni sanitarie totalmente gratuite per i cittadini che consentono di realizzare la presa in carico di chi abbia una diagnosi precoce del tumore, grazie anche all’avvenuta attivazione della Rete Oncologica di Puglia. Ribadisco come sia fondamentale la collaborazione avviata con le farmacie pubbliche e private”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Urtano un'auto in via Amendola, finti poliziotti scendono e rubano denaro a un ragazzo: fuga da Bari a Mola, inseguiti e arrestati

  • Blitz in un negozio cinese all'ingrosso di Bari: sequestrati 100mila euro di prodotti 'Apple' e 'Samsung' taroccati

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Nuovo caso sospetto di Coronavirus: 40enne da Bisceglie al Policlinico di Bari. All'aeroporto di Palese arriva lo scanner termico

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

Torna su
BariToday è in caricamento