Denunciò la violenza troppo tardi, la Procura impugna la scarcerazione del presunto aggressore

Lo ha annunciato all'Ansa il procuratore Giuseppe Volpe. La dottoressa sarebbe stata aggredita nell'ambulatorio in cui prestava servizio, ma ha denunciato il 51enne nove mesi dopo

"Impugneremo sicuramente il provvedimento di scarcerazione". È il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, ad annunciare all'agenzia Ansa che la Procura ha intenzione di ricorrere contro la decisione del Tribunale del Riesame, che negli scorsi giorni ha scarcerato il presunto aggressore di una dottoressa barese. La donna aveva denunciato la violenza da parte dell'uomo dopo nove mesi, troppi perché la querela fosse procedibile dal Tribunale. Il 51enne di Acquaviva è così finito ai domiciliari per stalking su decisione del Tribunale del Riesame.

Una scelta che la Procura non condivide e che proverà a ribaltare. "Ravvisiamo la connessione con reati procedibili d'ufficio - spiega Volpe - e questo supera il problema della improcedibilità per querela tardiva". "Non siamo impazziti - continua Volpe - tanto da contestare un reato improcedibile perché denunciato troppo tardi. Stiamo predisponendo il ricorso e domani avrete i dettagli".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • come si é permessa di farlo nove mesi dopo?:...eh ora vedi che la colpa é della dottoressa e non del malato di mente....assurdità!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Presentato il progetto del Polo pediatrico pugliese: "239 posti letto in tre diversi dipartimenti aziendali"

  • Attualità

    Dal Villaggio di Babbo Natale in piazza Umberto agli eventi nelle periferie: torna 'Bari Christmas Town'

  • Cronaca

    Cinque ore di ritardo per giungere da Milano a Bari: Ryanair condannata a risarcire 9 viaggiatori

  • Cronaca

    "Tempi di percorrenza raddoppiati e orari sfasati": il sindaco di Polignano raccoglie le proteste dei pendolari

I più letti della settimana

  • Finisce con la vettura contro un albero, muore un automobilista. Moglie ricoverata in codice rosso

  • Guerra tra clan baresi per ''controllare" il quartiere Madonnella: 13 persone in manette

  • Padre e figlio uccisi in due agguati al Libertà, otto a processo: chiesti sei ergastoli

  • Incidente sul lungomare, auto finisce su un veicolo in sosta: indagini della Locale

  • La fortuna bacia Bari: centrato un 5+1 al SuperEnalotto

  • Assalti a bancomat in Francia, scatta sequestro di beni per cinque persone: i nomi

Torna su
BariToday è in caricamento