Dottoressa denunciò troppo tardi la violenza, il presunto aggressore viene scarcerato

La donna sarebbe stata violentata ottobre del 2016, ma solo dopo 9 mesi ha trovato il coraggio di segnalarlo per far arrestare il 51enne di Acquaviva. L'uomo è stato messo ai domiciliari

La denuncia è arrivata troppo tardi e il presunto aggressore viene messo ai domiciliari . È quanto disposto dal Tribunale del Riesame di Bari sulla vicenda di una dottoressa barese, che  aveva denunciato un 51enne di Acquaviva per averla violentata durante il servizio di guardia medica.

L'uomo era stato arrestato a novembre, nove mesi dopo il fatto, quando il medico aveva deciso di denunciare. Ora però il Tribunale ha ritenuto il reato improcedibile, poiché la querela deve essere presentata entro sei mesi da quando avviene la presunta violazione, anche se "i fatti in contestazione - spiega l'Ansa - possono essere valutati come realmente accaduti". Sono stati concessi gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per il solo reato di stalking. La vittima ha spiegato che il ritardo della denuncia è sta imputare alla vergogna dell'offesa subita da parte del paziente, che l'avrebbe violentata nel suo stesso ambulatorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Procura: "Impugneremo la decisione"

Bongiorno: "Sei mesi troppo pochi per denunciare"

Sulla questione è intervenuta anche l'avvocato Giulia Bongiorno: "E' l'ennesima dimostrazione del fatto che proprio nella legge c'è un gravissimo ostacolo alla possibilità di presentare denuncia da parte delle donne che hanno subito violenza sessuale - ha spiegato-. Sei mesi, come prevedono le norme, sono un termine troppo breve e spesso questo periodo di tempo è a malapena sufficiente perchè una donna inizi anche solo a maturare la decisione di parlare con qualcuno di quello che le è successo. I termini vanno almeno raddoppiati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Moto si schianta in Tangenziale, donna incinta tra i feriti: trasportata in codice rosso, è grave

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento